“Correspondances (Debussy 1918-2018)” , concerto per centenario della morte - Tempostretto

“Correspondances (Debussy 1918-2018)” , concerto per centenario della morte

Giovanni Franciò

“Correspondances (Debussy 1918-2018)” , concerto per centenario della morte

venerdì 16 Novembre 2018 - 05:20
“Correspondances (Debussy 1918-2018)”  , concerto per centenario della morte

Un omaggio al grande compositore francese di cui ricorre il centenario della morte.

Per la stagione musicale della Filarmonica Laudamo di Messina, nell’anno del centenario della morte di Claude Debussy (25/03/1918), finalmente un concerto in onore di questo grandissimo compositore francese, di importanza capitale nell’evoluzione della storia della musica, essendo considerato da molti il vero padre della musica moderna.

Magari un musicista così importante avrebbe meritato un concerto ove protagoniste fossero solo ed esclusivamente le sue composizioni. Invece Orazio Sciortino, ottimo pianista e compositore, già più volte gradito ospite presso le nostre sale, ha presentato anche due brani ulteriori: “Miniature Notturne per pianoforte” di Domenico Turi, eseguito in prima assoluta, e “Lives Through a Glass” di Sciortino stesso. Si tratta comunque di due brani che possono inserirsi nelle “Correspondances (Debussy 1918-2018)” – il titolo del concerto – in quanto il primo è sostanzialmente un omaggio al musicista francese, simile nello stile compositivo, mentre il secondo è ispirato ad un’attività prettamente “francese”, la preparazione dello champagne, ed è stato commissionato all’autore dalla “Maison di Champagne” Krug, dedicato al suo prodotto di punta: “Krug Grande Cuvée. Un po’ più discutibile, invece, la scelta di eseguire, fra gli altri brani, il celeberrimo “Prelude a l’après-midi d’un faune”, di Debussy, nella trascrizione per piano di Leonard Borwick. Tutto l’incanto che sprigiona da questo splendido brano, ove il flauto è assoluto protagonista e l’orchestra produce meravigliosi effetti sonori, viene quasi del tutto compromesso nella trascrizione per piano. Forse sarebbe stato più opportuno attingere dalla vastissima produzione musicale di Debussy per solo pianoforte. Sciortino, che come suo costume ha interloquito con il pubblico spiegando i brani inediti, ha eseguito dal repertorio debussiano prima due brani giovanili: “Images oubliées”, a carattere intimo, definite dall’autore stesso “Conversazioni tra il pianoforte e l’esecutore” e “Ballade”, un brano che si ispira alla musica russa.

La prima parte del concerto si è conclusa con “L’Isle Joyeuse”, ispirato a un quadro di Watteau intitolato “L’embarquement pour Cythere” – imbarco verso Citera – l’sola della gioia, una pagina brillante, fluida, a volte quasi atonale, sicuramente di grande eleganza. Nella seconda parte Sciortino ha eseguito invece un brano della piena maturità del compositore francese: le “Images” (1905) primo libro. Con i tre brani del primo libro di Images “Reflets dans l’eau”, “Hommage à Rameau” e “Mouvement” Debussy realizza il massimo sfruttamento delle risorse timbriche del pianoforte, e getta le basi, nell’ambito pianistico, della musica novecentesca. Del 1901 è invece “Pour le piano”, l’ultimo brano eseguito, nei movimenti “Prelude”, “Sarabande” (dal titolo “Souvenir du Louvre” e “Toccata”. che riprende lo stile classico clavicembalista (altro omaggio a Rameau), ma trasfigurato nelle nuove sonorità tipiche delle sue composizioni pianistiche. Decisamente degna di rilievo l’interpretazione di Orazio Sciortino del pianismo di Debussy, esecuzione trasparente e sicura, che ha denotato assoluta padronanza della tastiera. Sciortino si conferma ancora una volta particolarmente specializzato nella musica post romantica e moderna. Un breve brano di Aleksander Skrjabin, “Foglo d’album” op. 58, concesso come bis, ha concluso il concerto.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007