100mila euro per il supervisore del Prg. Ed altrettanti divisi per altri quattro consulenti - Tempostretto

100mila euro per il supervisore del Prg. Ed altrettanti divisi per altri quattro consulenti

100mila euro per il supervisore del Prg. Ed altrettanti divisi per altri quattro consulenti

lunedì 24 Febbraio 2014 - 21:41

Il lavoro dell’Ufficio Piano, già in corso, sarà supportato da una figura che dovrà coordinare il tutto e percepirà un elevato compenso. A breve la pubblicazione di un bando che prevede anche altri quattro incarichi suddivisi per settore. Per queste quattro consulenze, sono già in bilancio altri 100mila euro. Prosegue di pari passo l’iter per il “Salva Colline”

200mila euro per cinque consulenti. A prima vista, si tratta di cifre che fanno sobbalzare dalla sedia. Lo stupore diminuisce se si pensa che si tratta di fondi ministeriali vincolati che, se non utilizzati presto e a tal proposito, andranno restituiti. A breve verrà emanato un bando, che resterà in pubblicazione tre settimane, per la ricerca di cinque consulenti che dovranno garantire un valido supporto per la redazione del Piano Regolatore Generale.

L’Ufficio Piano, formato da 21 tecnici comunali che riceveranno una parte di compenso aggiuntivo, è al lavoro da un paio di mesi. Ma l’azione “dal basso” si ferma qui. Per il nuovo Prg si punta in alto, in particolare per la figura di un supervisore, che dovrà essere di elevatissimo livello. Per questo compito, è previsto un compenso di ben 100mila euro. Stessa cifra divisa per altri quattro consulenti, ognuno di essi assegnato ad un settore specifico: valutazione d’incidenza ambientale, valutazione ambientale strategica, studio geologico e studio agricolo-forestale. Per quest’ultimo settore, in particolare, il Comune non dispone di alcun tecnico.

Finora, comunque, il PiCo, Piano Condiviso, non è stato realmente condiviso dai cittadini. Entro il 9 febbraio era possibile inviare le proprie proposte ma in pochi hanno sfruttato questa possibilità. Molto più partecipate, invece, le riunioni che si sono tenute in ognuna delle sei circoscrizioni.

Di pari passo all’iter per il nuovo Prg, va avanti anche quello relativo alla variante dell’attuale Piano, la cosiddetta “Salva Colline”. Il cronoprogramma iniziale prevedeva l’ok della giunta ed il passaggio in Consiglio comunale nel mese di aprile, ma l’approvazione potrebbe slittare di qualche mese.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007