Fototrappole a Messina. Anche farmaci tra i rifiuti abbandonati. FOTO e VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Fototrappole a Messina. Anche farmaci tra i rifiuti abbandonati. FOTO e VIDEO

Marco Ipsale

Fototrappole a Messina. Anche farmaci tra i rifiuti abbandonati. FOTO e VIDEO

venerdì 05 Febbraio 2021 - 08:45

Fototrappole in via don Blasco, scoperti cittadini che gettavano rifiuti da furgoni. Multa da 1.200 euro a un informatore scientifico per farmaci abbandonati a Faro Superiore ma avrebbe subìto un furto

Venivano da zone dov’è in vigore la raccolta differenziata porta a porta e gettavano rifiuti indifferenziati in via don Blasco, spesso anche a bordo di furgoni carichi. Ma sono stati beccati dalle tante fototrappole installate in diversi punti della zona.

La Polizia Municipale, sezioni guidate dal commissario Giovanni Giardina e dall’ispettore Giacomo Visalli, ha multato anche altri cittadini in altre zone considerate critiche e sono in programma altri controlli su tutto il territorio cittadino.

A Faro Superiore è stato individuato il responsabile dell’abbandono di una consistente quantità di farmaci. I vigili hanno trovato dati sensibili tra i rifiuti e sono così risaliti a un informatore scientifico, che ora dovrà pagare una multa da 1.200 euro.

“Sono gesti di grave inciviltà – dice il commissario Giardina -. Grazie al lavoro dei miei agenti, con ogni mezzo e con personale dispiegato su tre turni su tutto il territorio cittadino, stiamo ottenendo ottimi risultati”.

L’avv. Giuseppe Valeri, che rappresenta l’informatore scientifico di cui parlano i vigili, precisa: “Non è vero che i farmaci sono stati abbandonati dal mio assistito, che invece ha subìto un furto per il quale è stata già depositata apposita denuncia all’autorità giudiziaria competente”.

Tag:

7 commenti

  1. A Roma esistono le campane dove depositare i rifiuti….A Messina invece le campane ce le suona De Luca

    6
    28
    1. Esistono le Isole Ecologiche, se le persone sono incivili è colpa del Sindaco?! Altro che essere verbalizzati…ci vorrebbe il penale e l’obbligo di servizi sociali a ripulire le strade.

      17
      0
      1. Poco fa mi trovavo in viale Europa lato mare, un migliaio di volantini di pubblicità sotto i marciapiedi, a dieci metri i famosi cassonetti. Chi ha buttato i volantini? Non di certo i giovani che li distribuiscono ma qualche signore che, togliendoli dai contenitori per la raccolta dei condomini,invece di fare 5\6 m li butta a terra.

        2
        0
  2. Un informatore medico dovrebbe avere un briciolo di cultura, educazione e deontologia professionale. Oltre la multa sarebbe utile informare la sua azienda… e magari proporgli di cambiare settore… giusto per non fare altri danni…
    Questo anonimo deve solo noscondersi in tutti i luoghi dove ha lasciato il segno con la sua inciviltà !!!! VERGOGNA

    0
    0
  3. Quelle a morto?

    0
    0
  4. Ma la denuncia quando è stata presentata all’Autorità Giudiziaria? Ihihihihihih……

    0
    0

Rispondi a Saro G. Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x