Francavilla. Rubati gli alberi piantati dagli studenti, Legambiente: "Sfregio alla collettività". INTERVISTA - Tempo Stretto

Francavilla. Rubati gli alberi piantati dagli studenti, Legambiente: “Sfregio alla collettività”. INTERVISTA

Carmelo Caspanello

Francavilla. Rubati gli alberi piantati dagli studenti, Legambiente: “Sfregio alla collettività”. INTERVISTA

mercoledì 27 Novembre 2019 - 12:28
Francavilla. Rubati gli alberi piantati dagli studenti, Legambiente: “Sfregio alla collettività”. INTERVISTA

La presidente Annamaria Noessing: "Presenteremo un esposto. E' un gesto grave nei confronti del territorio e delle future generazioni"

Annamaria Noessing
L’intervista con la presidente di Legambiente Taormina-Valle Alcantara,
Annamaria Noessing

.

di Carmelo Caspanello

FRANCAVILLA DI SICILIA – “Uno sfregio alla collettività”. Annamaria Noessing, presidente del Circolo di Legambiente Taormina-Alcantara è visibilmente amareggiata. Gli alberelli piantumati nei giorni scorsi lungo il fiume “Zavianni” dagli studenti dell’Istituto comprensivo di Francavila di Sicilia “sono state ignobilmente trafugate”.


“Oltre che alla collettività – evidenzia Annamaria – è stato fatto uno sfregio ai volontari che hanno lavorato alacremente per un appuntamento importante quale la Festa dell’Albero. Tema a difesa del nostro patrimonio boschivo, fondamentale per contrastare le emissioni di c02, l’inquinamento dell’aria e prevenire il rischio idrogeologico”.

I bambini erano stati protagonisti di una festa realizzata in collaborazione con la Pro loco di Francavilla, l’Amministrazione comunale, il Parco fluviale dell’Alcantara e Legambiente.

“Il trafugamento delle piante, provenienti delle piante, provenienti dal vivaio di Colle San Rizzo di Messina – chiosa la presidente di Legambiente – è un gesto grave nei confronti del territorio e delle future generazioni. Che già nel tempo – rimarca – ne hanno subiti parecchi di insulti. Basti pensare alla trasformazione del torrente Zavianni in discarica a cielo aperto, alle microdiscariche che lo costeggiano e ad altri eventi che ne danneggiano i sentieri”.

Annamaria Noessing va oltre: “Forse sarebbe ora che la Valle dell’Alcantara si svegli, che prenda coscienza del valore del proprio territorio, meraviglioso, che impari ad amarsi”. Il Circolo di Legambiente Taormina-Valle Alcantara sta preparando un esposto su quanto accaduto da inviare alle autorità competenti.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007