Gas dal sottosuolo rallenta riproduzione, rinviata la Sagra della cozza - Tempostretto

Gas dal sottosuolo rallenta riproduzione, rinviata la Sagra della cozza

Gas dal sottosuolo rallenta riproduzione, rinviata la Sagra della cozza

mercoledì 26 Settembre 2018 - 06:05
Gas dal sottosuolo rallenta riproduzione, rinviata la Sagra della cozza

La Pro loco Capo Peloro: "Dobbiamo attendere che il frutto si riproduca e che raggiunga il massimo livello in termini di qualità e quantità"

La "Sagra della cozza" che avrebbe dovuto tenersi il 29 ed il 30 settembre sul lungo lago di Ganzirri è rimandata a data da destinarsi. La Pro loco Capo Peloro ha scelto di rinviare uno tra gli eventi più caratteristici nella Riserva di Capo Peloro per motivi legati a cause naturali ed alla poca quantità del prodotto, insufficiente per sostenere, in questo momento, la richiesta per un evento di così grande portata. La forza della sagra risiede infatti nella valorizzazione e nel consumo del prodotto nostrano per cui optare per prodotti di importazione in sostituzione sarebbe stata una scelta contraria e non coincidente alle linee guida che muovono le intenzioni della Pro loco.

“Comunichiamo a tutti, affezionati ed interessati all’evento – è stato scritto in un comunicato dagli organizzatori – che, a seguito di eventi naturali, la sagra è rimandata a data da stabilire. Durante la trascorsa estate, l’emanazione di gas naturali dal sottosuolo ha minato gli equilibri della vita nei nostri laghetti di Ganzirri e Torre Faro e, purtroppo, i mitili, autoctoni e non, hanno subito perdite e rallentamenti nella loro riproduzione e nello sviluppo.

Pertanto – viene specificato – siamo stati informati dalle cooperative produttrici, nostri partners, che le quantità del caratteristico prodotto marchiato “Cozza di Ganzirri” al momento non possono soddisfare la richiesta dell’evento e dunque di tutti voi partecipanti. La Sagra della Cozza si terrà certamente ed al più presto. Facciamo presente che la manifestazione vanta un richiamo regionale e, rispetto alle nostre valutazioni ed esperienze, si possono prevedere presenze fino alle 3000 unità.

Quali amanti ed alleati della Riserva naturale di Capo Peloro, dobbiamo quindi, attendere che il frutto si riproduca e che raggiunga il massimo livello in termini di qualità e quantità. Siamo certi che, dinanzi circostanze di carattere naturale e problematiche ambientali, troverete condivisibile la decisione di rimandare la manifestazione. Ci scusiamo per l’inconveniente – conclude la Pro loco – e molto presto comunicheremo le nuove date. Vi ringraziamo per la comprensione ed il sostegno”

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007