Cateno De Luca: "Con la nuova MessinaServizi è già una catastrofe annunciata" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Cateno De Luca: “Con la nuova MessinaServizi è già una catastrofe annunciata”

Cateno De Luca: “Con la nuova MessinaServizi è già una catastrofe annunciata”

venerdì 16 Febbraio 2018 - 07:03

Il deputato punta di nuovo i riflettori sulla gestione dei rifiuti da parte dell'amministrazione Accorinti e sulle scelte messe in campo per creare la nuova società che prenderà il posto di Messinambiente. Ma a che prezzo?

“La gestione dei rifiuti a Messina è improntata all’inefficienza ed allo sperpero di denaro pubblico. La Messina Servizi Bene Comune non ha ancora avviato la propria attività ed ha già accumulato 50mila euro di passività, come dichiarato dal Presidente Ginatempo nella audizione di ieri in commissione consiliare”.

A dirlo il candidato a sindaco di Messina Cateno De Luca commentando la situazione della nuova società per la raccolta dei rifiuti creata dal comune. “Questo dato oggettivo conferma quanto affermato da noi – spiegano Cateno De Luca e l’assessore designato all’ambiente e rifiuti Dafne Musolino – nella conferenza stampa del 9 febbraio scorso. Il Comune ha costituito una società che è una scatola vuota, alla quale è stato affidato un servizio senza che la società avesse i mezzi e le risorse finanziarie per gestirlo. Abbiamo finalmente appreso ufficialmente quanto pagherà Messinaservizi Bene Comune per avere l’usufrutto dei beni di Messinambiente: 2,5 milioni di euro per usare dei mezzi vecchi, usurati e che spesso sono stati causa di incidenti anche gravi. Questi soldi li pagheranno i cittadini messinesi.A questo punto Accorinti e la sua Giunta devono spiegare perché i messinesi devono pagare l’affitto dei beni di Messinambiente quando un gestore privato avrebbe operato con mezzi propri e senza ulteriori costi a carico della collettività”.

Tag:

Un commento

  1. letterio.colloca 16 Febbraio 2018 12:31

    Identificato il sito del famigerato VERMINAIO!!!!!;sito dove imperano IMBECILLITA’,INCOMPETENZA,LADROCINIO (titoli preferenziali!); se a tanto uniamo politiche MAFIOSE e di SUDDITANZA SERVILE verso le DUE/QUATTRO FAMIGLIE in combutta:questa é diventata Messina CHE SI VEDE!!!! poi c’é quella “sotterranea” gestita da altri clan.MA TUTTO QUESTO E’ -finalmente ora-IMPEGNO SIA DELLA RINATA GIOVANE MAGISTRATURA CHE DEGLI INQUIRENTI COI LORO SISTEMI INVESTIGATIVI,non più da “viceappuntato”.Purtroppo é il VERMINAIO il bubbone cancerogeno da ESTIRPARE:quanti delinquono devono sapere che commettere reati non premia:può essere questione di tempo ma la Giustizia macina piano e vuole tempo.BUON LAVORO. Anche a Cateno De Luca se in buonafede.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x