Giallo di Fiumedinisi, fari sulla vita privata di Ravidà. Domani l'esame medico legale - Tempostretto

Giallo di Fiumedinisi, fari sulla vita privata di Ravidà. Domani l’esame medico legale

Alessandra Serio

Giallo di Fiumedinisi, fari sulla vita privata di Ravidà. Domani l’esame medico legale

venerdì 29 Luglio 2022 - 07:00

Attesa per i risultati dell'esame medico legale, intanto si indaga sugli ultimi giorni di vita di Ravidà e i suoi rapporti

MESSINA – Sarà il dottore Giovanni Andò a sciogliere ogni dubbio: sono ferite d’arma da fuoco quelle trovate sul corpo di Riccardo Ravidà, ucciso e bruciato nella sua auto, nelle campagne di Fiumedinisi? Il medico legale ispezionerà il cadavere domattina, su incarico della Procura di Messina. E’ stato lui a intravedere segni di pallottole, al primo esame sul posto, quando i carabinieri hanno fatto la macabra scoperta.

Ad avvalorare l’ipotesi che sia stato ucciso, i resti di spari trovati nei dintorni dell’auto dai Ris, che il giorno dopo hanno lavorato fino a tarda sera in contrada Ferrera, sulla scena di quello che ormai è, senza troppi dubbi, un omicidio. Il medico potrà comunque confermare o smentire l’ipotesi dopo l’ispezione di domani, che non si annuncia affatto facile visto che il corpo è completamente carbonizzato.

Sarà esaminata nei laboratori anche l’auto al cui interno il 34enne è stato trovato senza vita, anche questa parecchio danneggiata dalle fiamme. La ricostruzione sin qui ipotizzata dal pool di investigatori che si occupa del caso, coordinati dal sostituto Giulia Falchi e dall’aggiunto Vito Di Giorgio, è che Ravidà sia stato freddato proprio in auto, poi il veicolo dato alle fiamme per coprire quante più tracce possibili.

L’auto è stata trovata lungo il percorso che compie regolarmente dal caseificio dove lavora verso il carcere di Gazzi, dove sta scontando una pena residua in semi libertà. Ma perché è stato ucciso? I suoi precedenti non sembrano rilevanti. I carabinieri indagano perciò anche nella vita privata, oltre che nel contesto di rapporti tra pastori, tradizionalmente molto “caldo” in quelle zone.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007