Giardini. Rifiuti, sit-in dei lavoratori davanti al Comune: rivendicano lo stipendio - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Giardini. Rifiuti, sit-in dei lavoratori davanti al Comune: rivendicano lo stipendio

Carmelo Caspanello

Giardini. Rifiuti, sit-in dei lavoratori davanti al Comune: rivendicano lo stipendio

martedì 29 Settembre 2020 - 16:31
Giardini. Rifiuti, sit-in dei lavoratori davanti al Comune: rivendicano lo stipendio

I responsabili di Fp Cgil e Uiltrasporti hanno incontrato il sindaco e il ragioniere comunale, si confida in una soluzione che consenta alla ditta (che vanta un credito di 970mila euro) di erogare le spettanze

GIARDINI NAXOS – Sit-in dei lavoratori impegnati nel servizio rifiuti a Giardini Naxos questa mattina davanti al Palazzo municipale. Per due ore si sono riuniti in assemblea insieme al responsabile provinciale della Fp Cgil, Carmelo Pino e al segretario generale della Uiltrasporti, Michele Barresi. Rivendicano le spettanze di agosto e temono per quelle di settembre. “Il Comune di Giardini dallo scorso mese di maggio – spiegano Pino e Barresi – non trasferisce al gestore le quote dovute, previste nell’affidamento, per il servizio svolto. La ditta (la progitec) ha maturato così un credito dall’ente locale di circa 970 mila euro a fronte dei servizi svolti e non retribuiti”. Al termine del sit-in di questa mattina ha avuto luogo un incontro con il sindaco, Nello Lo Turco e il ragioniere del Comune.

“Ci è stato assicurato – hanno detto al termine Pino e Barresi – che si provvederà ad una anticipazione di cassa per consentire all’impresa affidataria del servizio con ordinanza sindacale, di pagare intanto una mensilità. Si spera – aggiungono – che ciò vada in porto. Attenderemo 48 ore – concludono i due sindacalisti – dopodiché vedremo il da farsi”. L’ultima ipotesi sarebbe quella dello sciopero. Ma è una ipotesi che anche i sindacati vorrebbero scongiurare. Anche perché a Giardini Naxos sono in corso le elezioni per il rinnovo dell’Amministrazione e del Consiglio comunale. Si spera, insomma, che intanto possa essere pagata, nel più breve tempo possibile una mensilità. In attesa che in tempi altrettanto celeri si possa uscire dall’impasse. Per evitare “ulteriori criticità ai lavoratori e all’utenza”.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x