Giostra, riparata in 24 ore la tubatura che aveva allagato la baracca - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Giostra, riparata in 24 ore la tubatura che aveva allagato la baracca

Redazione

Giostra, riparata in 24 ore la tubatura che aveva allagato la baracca

martedì 06 Luglio 2021 - 07:04

L'Amam ha riparato il tubo rotto che ha allagato la baracca a Giostra. Le precisazioni di Bonasera e Calafiore

“Pur intervenuti nell’immediatezza della segnalazione, domenica mattina i tecnici di AMAM non hanno potuto procedere allo scavo ma hanno innanzitutto fermato l’erogazione idrica lungo la tubazione che lunedì 5 luglio, con mezzi adeguati, è stata riparata in sicurezza.”

E’ intervenuta in fretta l’Azienda comunale degli acquedotti dopo la segnalazione del grave disagio degli abitanti della casetta allagata.

La casetta abusiva in cui ieri si è verificato l’allagamento – precisa la presidente AMAM, Loredana BONASERA – è stata costruita sulla tubazione. Sicché i nostri tecnici non avevano i mezzi per poter effettuare immediatamente lo scavo ed eseguire la riparazione ma ‘solo’ arrestare il flusso d’acqua per mettere in sicurezza le famiglie interessate , oltreché accertarsi che i residenti avessero comunque provviste idriche sufficienti ad attendere la riparazione, rinviata di 24 ore, come è infatti avvenuto questa mattina”


Sulla corretta ricostruzione dei fatti, poi, interviene anche l’assessore ai Servizi Sociali, Alessandra Calafiore che precisa l’immediata attivazione della risposta di aiuti da parte del Comune : “Appena siamo stati avvisati della situazione e dei possibili problemi che sarebbero potuti sorgere per le persone che vivevano nelle ‘casette abusive’ allagate, abbiamo subito proposto a tutti i residenti che avevano lamentato disagi di spostarsi a Casa Serena, per essere ospitati per il tempo necessario a riparare la tubazione e a ripristinare i luoghi in modo vivibile. Tuttavia, però – evidenzia con rammarico l’Assessore Calafiore – le famiglie interessate non hanno inteso aderire”.

“Ci duole osservare – concludono Bonasera e Calafiore – che, nonostante gli sforzi immediati profusi, alla ricerca di soluzioni utili, anche in giorno festivo, in costante contatto Comune e AMAM, non si dia atto di questa immediatezza di risposta degli enti e si evidenzi, piuttosto, solo una parziale verità, quella del disagio abitativo nella zona, che nessuno disconosce e che imporrà senz’altro soluzioni radicali”. 


Articoli correlati

Tag:

Un commento

  1. Ma perché devono stare sempre lì a puntualizzare? Che avevano detto di diverso gli abitanti ? Erano intervenuti ,ma se ne parlava a lunedì ……tutto questo risentirsi perché? Perché forse è finito su Tempostretto ,o come affermano ,vorrebbero il giusto risalto per la loro tempestività? Ci sono punti in cui l’acqua o liquami come evidenziato dalle segnalazioni scorrono come se nulla fosse e tutta questa tempestività non si evince ….e in questi caso se c’è stata ,non ha risolto il problema perciò è normale la contestazione ….. Quindi fatemi capire , se accade una calamità di domenica non c è nessuno per fronteggiarla,??????? 😳 😏Era meglio che voi TACESTE!!!🤫

    3
    0

Rispondi a Rosaria Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x