Giro d'Italia 2022, la corsa Rosa arriva a Messina e prosegue in Calabria - Tempostretto

Giro d’Italia 2022, la corsa Rosa arriva a Messina e prosegue in Calabria

Simone Milioti

Giro d’Italia 2022, la corsa Rosa arriva a Messina e prosegue in Calabria

lunedì 08 Novembre 2021 - 16:22

Rcs Sport inizia a svelare le tappe del Giro 2022. Arrivo in volata a Messina, passando da Portella Mandrazzi. Prevista una tappa calabra da Palmi a Scalea

Svelate in anteprima sette tappe, quelle adatte ai velocisti, in programma per il prossimo Giro d’Italia. L’edizione numero 105 della corsa Rosa, in programma per la primavera del 2022, partirà dall’Ungheria con due tappe che si correranno nel centro Europa.

Poi immaginiamo che sarà previsto un trasferimento aereo, che non è stato ancora ufficializzato, e la carovana si sposterà in Sicilia dove sarà percorsa la tappa che da Catania arriverà a Messina. Dopo, molto probabilmente, si attraverserà lo Stretto e la corsa proseguirà in Calabria risalendo tutto lo stivale sino a Treviso. Lì è prevista l’ultima tappa con un finale che si adatta ad una volata di gruppo, ma non sappiamo ancora se sarà anche la tappa che assegnerà ufficialmente il trofeo senza fine riservato al vincitore.

La tappa con arrivo a Messina

L’altimetria della tappa Catania – Messina, in programma per il Giro 2022

Da Catania fino a Messina partendo dalla costa orientale per portarsi tramite Portella Mandrazzi e le sue dolci pendenze, sulla costa settentrionale dove si toccano località come Villafranca Tirrena, Ganzirri con l’enorme Pilone dello Stretto del vecchio elettrodotto.

Una tappa di 172 km disegnata per velocisti che presumibilmente vedrà una volata di gruppo compatto al termine. Già in passato Rcs Sport, che organizza e “disegna” il Giro ed altre corse italiane, ha sfruttato il territorio messinese specie la salita di Portella Mandrazzi.

Da lì infatti passò la quarta tappa del Giro 2020, quella con arrivo a Villafranca Tirrena dove vinse al fotofinish Arnaud Demare una splendida volata a quattro. Sempre protagonista la salita di Portella Mandrazzi, ma scalata in direzione opposta, nel recente Giro di Sicilia poi vinto da Vincenzo Nibali.

Il Giro d’Italia tornerà dunque a Messina dopo 5 anni, ultima volta che il Giro passò dalla città peloritana, e fu sede di arrivo, era il 2017. La tappa da Pedara a Messina vide la vittoria sempre in volata di Gaviria, nella foto in copertina, con arrivo in pieno centro, quella con un passaggio sul traguardo prima dell’arrivo vero e proprio che trasse in inganno Pibernik della Bahrain Merida che credendo di aver vinto alzò le braccia troppo presto.

Tappa calabrese da Palmi a Scalea

Prevista anche un’altra frazione per velocisti che interesserà il Sud Italia, quella che da Palmi porterà a Scalea. Una tappa di trasferimento che comunque dovrebbe far gola alla ruote veloci, visto che dopo una prima parte leggermente accidentata tra Mileto, Vibo Valentia e Pizzo, la corsa seguirà la costa tirrenica della Calabria con i suoi brevi saliscendi.

Manca ancora la conferma, il percorso sarà svelato interamente giovedì 11 novembre, ma pure la settima tappa del Giro dovrebbe interessare la Calabria, quantomeno per la partenza da Diamante.

Articoli correlati

Tag:

Un commento

  1. Peccato,
    Se avesse fatto il giro di tutta la città avremmo almeno delle strade asfaltate.

    4
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007