Gotha 1-Pozzo 2, definitive le condanne per il cimitero di mafia a Barcellona - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Gotha 1-Pozzo 2, definitive le condanne per il cimitero di mafia a Barcellona

Alessandra Serio

Gotha 1-Pozzo 2, definitive le condanne per il cimitero di mafia a Barcellona

giovedì 19 Aprile 2018 - 12:47
Gotha 1-Pozzo 2, definitive le condanne per il cimitero di mafia a Barcellona

La Cassazione conferma gli ergastoli per i cinque omicidi di mafia degli anni '90, svelati dal pentito Bisognano, e le altre condanne decise in appello per boss e gregari del clan decapitato nel 2011.

La Corte di Cassazione ha confermato quasi integralmente la sentenza d'appello che ha definito il processo Gotha 1- Pozzo 2, ovvero la prima delle maxi operazioni antimafia a Barcellona Pozzo di Gotto, scattata nella il 24 giugno 2011. Alla sbarra i boss della città del Longano, della vicina Mazzarrà Sant'Andrea, i fiancheggiatori e gli imprenditori collusi. Agli atti del processo, scaturito dalle dichiarazioni dell'ex boss pentito Carmelo Bisognano, i retroscena di cinque vecchi omicidi di mafia, che hanno portato alla scoperta dei cimiteri di mafia nella zona.

Diventano definitivi, quindi, gli ergastoli per Salvatore Calcò Labruzzo, Enrico Fumia, Carmelo Giambò e Nicola Munafò. Confermata la condanna a 17 anni e mezzo per il pentito di Oliveri Santo Gullo, 13 anni per lo stesso Bisognano, per Dajcaj Zamir ed Angelo Porcino, condannati ad 11 anni di reclusione,12 anni per Giuseppe Isgrò, 10 anni e 10 mesi per Tindaro Calabrese, 8 anni e 6 mesi per Mariano Foti.

Assolto l'imprenditore Salvatore Puglisi, mentre la sentenza per Nicola Cannone sarà definita successivamente.

Confermati anche i risarcimenti per le parti civili costituite, ovvero i comuni di Barcellona Pozzo di Gotto e Montalbano Elicona, le famiglie di Carmelo Triscari Barberi e di Salvatore Munafò.

Alessandra Serio

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007