Gran Galà dei porti a Milazzo. Il ruolo delle Authority tra pandemia e Recovery Fund - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Gran Galà dei porti a Milazzo. Il ruolo delle Authority tra pandemia e Recovery Fund

Redazione

Gran Galà dei porti a Milazzo. Il ruolo delle Authority tra pandemia e Recovery Fund

venerdì 23 Luglio 2021 - 18:00

La sesta edizione dell'evento si è tenuta in Sicilia. Primo piano su blue economy e sistemi portuali

La Sicilia palcoscenico di un evento di primo piano, il Gran Galà dei Porti che ha visto come cornice della sesta edizione l’incantevole scenario della piazza Ngonia di Tono a Milazzo. Una vetrina internazionale e le immagini della manifestazione sono state trasmesse in diretta Tv grazie alla produzione di Italian Television Network, sul nuovo canale Cibortv1, in Canada e negli Usa.

L’evento

Tantissimi gli ospiti che si sono alternati sul palco tra una premiazione e l’altra di personaggi appartenenti al settore marittimo italiano. Impeccabile la conduzione della presentatrice Rai Veronica Maya e del dj Roberto Onofri, autentico mattatore della maratona televisiva (oltre tre ore) diretta dal regista Giuseppe Sciacca. Ad aprire la serata, i videomessaggi di saluto del viceministro degli Esteri, Luigi Di Maio e del viceministro delle Infrastrutture e Trasporti, Teresa Bellanova. Quindi l’omaggio, con una clip promozionale alla città di Milazzo e il saluto del sindaco Pippo Midili. Subito dopo il via alla consegna dei riconoscimenti messi a disposizione dal Comune di Milazzo. Il premio, denominato “Aquila mari”, quale simbolo della città di Milazzo, concesso da Ottaviano Augusto a ricordo della sua vittoria navale su Sesto Pompeo, conseguita nelle acque di Milazzo nel 36 a.C., è stato realizzato dal maestro orafo argentiere Antonello Piccione. Una medaglia a bagno oro 24 kt sistemata su una ossidiana nera tagliata e levigata totalmente a mano.

I presidenti AP premiati

Ad essere premiati i presidenti delle Autorità di sistema portuale del mare Adriatico Orientale, Zeno D’Agostino, della Sicilia Occidentale, Pasqualino Monti, di Bari, Ugo Patroni Griffi, di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta, Pino Musolino,

Il ruolo delle AP in pandemia

Il sistema delle 16 autorità portuali ha affrontato la pandemia con un ruolo fondamentale seppur silente, com’è nostra modalità d’azione- spiega il presidente dell’Autorità Portuale di Civitavecchia Pino Musolino– Abbiamo garantito al Paese la continuità della catena logistica. Se i beni di consumo sono arrivati regolarmente negli scaffali dei supermercati, piuttosto che le mascherine ed i medicinali in farmacia lo si deve anche al grande lavoro di squadra che le 16 Autorità portuali hanno svolto”.

La sfida del Recovery

Musolino, di origini calabrese ma nato in Veneto, sottolinea la grande accoglienza ricevuta a Milazzo, in una terra siciliana che sta diventando la “casa” del Gran Galà dei Porti. Il Recovery Fund rappresenta adesso la sfida per l’Italia e per la rete delle AP in un’ottica sempre più globale e sempre più competitiva.

Tempi strettissimi

I tempi sono strettissimi- prosegue Musolino– ma abbiamo la maturità di poter passare ai fatti concreti. Certamente, non mancano gli ostacoli legati soprattutto ad un sistema burocratico pesante e ridondante. In Italia la vita media di un’opera pubblica, dal momento in cui è pensata fino a quando viene completata, è di 11 anni e 4 mesi…. Serve un cambiamento radicale, anche culturale”.

Musolino ringrazia la Sicilia per l’ospitalità ma in cantiere ci sono anche progetti in sinergia che potrebbero vedere insieme le Autorithy di Civitavecchia, Palermo e Catania.

Gli imprenditori premiati

Premiati anche gli imprenditori Enrico Gennasio, Ivo Blandina, Giuseppe Todaro, Giovanni Zappia, Daniela e Giuseppe Lucchesi, Pietro Franza ed i rappresentanti di Skygate e Oran fresh.Premiato per le alte qualità manageriali ed il virtuosismo nella realizzazione e conduzione del porticciolo turistico l’imprenditore Ivo Blandina presidente della Comet.
Oscar come migliore chef dei porti italiani anche a Pasquale Caliri da sette anni alla guida del ristorante all’interno della struttura ricettiva.

La Blue economy

Ivo Blandina nel ruolo di presidente della Camera di Commercio ha ricordato il ruolo dell’istituto insieme ai sindaci ed alle comunità che si affacciano sul mare puntuale nel seguire le dinamiche della Blue Economy: «abbiamo chilometri di costa che sono, insieme alle Isole, chilometri di bellezza. Da qui la necessità di concertare una visione comune di ampliamento anche in ambito economico».


Quindi le varie esibizioni sul palco. L’amarcord di Den Harris, la straordinaria voce di Silvia Mezzanotte, le ineguagliabili imitazioni di Gabriella Germani, l’illusionismo di Giucas Casella, i messaggi del sensitivo Craig Warwick, i successi sportivi e le testimonianze dell’ex portiere della Juventus Stefano Tacconi e del pugile Emiliano Marsili. E poi la standing ovation per il maestro Vince Tempera, presente quale direttore d’orchestra a ben 42 edizioni del Festival di Sanremo che ha eseguito, live, alcuni brani famosi del suo repertorio.

Una vetrina per Milazzo

 «Contenti sia per la scelta di Milazzo – ha dichiarato il sindaco Midili – quale sede dell’edizione 2021 del “Gran Galà dei Porti”, sia per lo svolgimento della serata arricchita dalla presenza di ospiti importanti. Una vetrina promozionale importante per Milazzo. Eventi come questi sono fondamentali per far conoscere la nostra città all’estero».
Il sindaco ha poi voluto ringraziare i partner dell’amministrazione nella organizzazione dell’evento: la Liberty Lines, la società “Mare Pulito”, la Fima formazione di Ficarra e Maio, Pino Ragusi e il presidente del Consorzio di gestione dell’Area marina protetta “Capo Milazzo”, Giovanni Mangano e ha espresso il suo plauso per la collaborazione ai giovani della Consulta giovanile e ai volontari coordinati dall’esperta Agustina Siracusa.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x