I messinesi diventano sentinelle: whatsapp per segnalare gli incivili - Tempostretto

I messinesi diventano sentinelle: whatsapp per segnalare gli incivili

Redazione

I messinesi diventano sentinelle: whatsapp per segnalare gli incivili

domenica 06 Ottobre 2019 - 07:30

Decoro Urbano, il Sindaco De Luca lancia il numero per segnalare le trasgressioni: “Chi denuncia sarà premiato con sconti o esenzioni sui pagamenti dei servizi comunali”

Da lunedì 7 ottobre sarà attivo il numero whatsapp 3356619438 per segnalare alla Polizia Municipale di Messina ogni infrazione e ogni condotta illecita alle quali i cittadini assistono ogni giorno.

Lo annuncia il sindaco Cateno De Luca che ha deciso di puntare su una schiera di sentinelle sul territorio. Attraverso whatsapp potranno segnalare comportamenti incivili e trasgressori.

Il servizio sarà gestito mediante personale della Centrale Operativa specificatamente dedicato a ricevere e lavorare queste denunce on line.

Basterà mandare la foto con la segnalazione, accompagnata da un breve messaggio di testo che indichi il luogo, la data e l’ora in cui si è verificato il fatto. La Centrale Operativa inoltrerà la segnalazione alla sezione competente.

Attraverso questo numero potranno quindi essere segnalati sia gli abbandoni di rifiuti per strada, macchine in divieto di sosta, venditori abusivi. E addirittura anche “eventuali assenteisti cronici magari beccati a mangiare il cornetto al bar durante l’orario di lavoro”.

“Saranno elevate multe per i trasgressori e premi per chi manda le segnalazioni. Ogni denuncia sarà trasmessa alla sezione di Polizia Municipale competente, che svolgerà gli accertamenti necessari per procedere alle successive sanzioni pecuniarie.

Ogni settimana, inoltre, la Centrale Operativa dovrà consegnare un report sulle segnalazioni ricevute. Questo consentirà di verificare quali e quante sono state prese in carico dagli Uffici. E ovviamente se si siano trasformate in sanzioni contestate ai trasgressori” spiega De Luca.

Inoltre si studiano incentivi per incoraggiare i cittadini a svolgere questo delicato ruolo di vere e proprie sentinelle del decoro urbano. Si pensa all’adozione di uno strumento che riconoscerà al cittadino, per ogni segnalazione andata a buon fine, un bonus. In pratica uno sconto o esenzione nel pagamento dei servizi comunali (tari, acqua, cosap).

Insomma, possiamo dire che Tempostretto ha fatto scuola a Messina. Il nostro servizio di segnalazioni WhatsApp al numero 366.8726275, istituito da diversi anni, è diventato nel tempo un punto di riferimento per i cittadini che si sono rivolti al nostro giornale per le loro inascoltate problematiche quotidiane e per evidenziare le purtroppo diffuse manifestazioni di inciviltà e i tanti disservizi pubblici.

Ora che anche il Comune si attrezza con questo servizio ci sarà un’arma in più a disposizione dei messinesi onesti che aspirano a vivere in una città migliore. L’importante è che di questo strumento si faccia l’uso corretto, operando con la necessaria discrezione, senza spettacolarizzazioni eccessive e con il solo scopo di risolvere i problemi non di strumentalizzarli a fini propagandistici.

Tag:

10 commenti

  1. Demagogia allo stato puro.
    Premesso che questo provvedimento avrà dei leggerissimi problemi a livello di costituzionalità e privacy, la domanda che ci si pone è la seguente: “Chi dovrebbe dar seguito alle segnalazioni, i Vigili Urbani impegnati nei blitz elettorali del nostro amato Sindaco e della sua Musa? Quelli della viabilità che non riescono nemmeno ad impedire la doppia fila sul Viale San Martino? O quelli dirottati sulle duecento manifestazioni religiose, mangerecce e goderecce che la nostra Amministrazione patrocina?
    Per favore smettiamola con la demagogia (a proposito , e con le prostitute a che punto siamo, avete sequestrato … il corpo del reato?) e diventiamo un paese normale, non una città di sceriffi, delatori e … paragnosti!

    37
    23
    1. Emigrante doppio 6 Ottobre 2019 14:59

      Demagogia beh non si può nascondere il fatto che se funziona ed effettivamente ridurrà i casi di inciviltà vuol dire che é cosa buona, o no?

      1
      0
    2. Non vedo problemi di costituzionalità e privacy.
      Il numero è controllato dalle forze dell’ordine che faranno dei dati sensibili un uso consentito dalla legge.
      Per quanto riguarda il privato l’importante è che non detenga e non pubblichi tale materiale.

      Credete che DeLuca si sia inventato il numero? Sono già tante le città che si sono munite di numeri per le segnalazioni, non è nulla di nuovo né nulla di illegale.

      0
      1
  2. Ho grande stima e fiducia nel Sindaco condividendone il Suo “ Modus operandi “. Ma, questa iniziativa non la concepisco, essa può diventare un’arma finalizzata a colpire volutamente per antipatia o altro. Era più sensato mettere a disposizione una squadra. Io a seguito di tali segnalazioni mi sono sentito rispondere: mi dispiace non abbiamo pattuglie a disposizione.

    14
    0
    1. Ed il sindaco lo sa bene che le pattuglie mancano. Quindi se tanto mi da tanto manca la buona fede.

      0
      1
  3. Questo amministratore è del tutto incapace di fornire soluzioni strutturali a problemi oggettivamente complessi. Ma avete idea della inapplicabilità di quanto deciso da De Luca? Possibile che tutto debba essere fatto solo per ottenere consenso temporaneo? Ma quanto potrà andare avanti una farsa di questo tipo?

    1
    0
  4. Innumerevoli volte ho chiamato il 771000,ma mi sono sentito dire o che non c’erano pattuglie o non si sono fatti vedere per niente.Giorni fa al terminal bus della stazione c.le due vigilesse non hanno fatto una piega davanti ad un’ auto posteggiata nello spazio riservato a Giuntabus.O altre pattuglie che passano “liscie” davanti a svariati comportamenti che sfiorano il xxx. xxxxxx.

    2
    1
    1. Tamara l'ottimista utopica 18 Novembre 2019 14:08

      Purtroppo anch’io ho assistito troppo spesso all’indifferenza mostrata da chi dovrebbe fare rispettare le regole. Perché non usare la chat messa a ns disposizione per segnalare anche questi comportamenti? Il loro comandante di certo non li può controllare tutti. Se penso anche a quanto è emerso riguardo alle patenti di servizio…. Quanti sono quelli che tirano “a campà” , facendo il minimo indispensabile e solo lo stretto necessario, ordinato dal comandante? .. puntando magari a starsene comodi in un ufficio

      1
      0
  5. Mi piace bravo sindaco

    2
    0
  6. Vorrei fare i miei complimenti al sindaco di Messina, xchè cerca di salvaguardare i suoi concittadini,io non sono siciliana mio marito si,ma vorrei che anche il mio sindaco fosse come lui ma purtroppo non lo è, continui così… xchè anch’io e la mia famiglia rispettiamo le regole del governo giuste x me e allora mi chiedo xchè invece ci devono essere i così detti furbetti??!!io che sono più cretina di loro??un caro saluto al sindaco di Messina

    0
    1

Rispondi a Gege' Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007