Il prof. Prestininzi: “L’idea del tunnel nello Stretto è stata scartata, solo un pazzo lo potrebbe fare” - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Il prof. Prestininzi: “L’idea del tunnel nello Stretto è stata scartata, solo un pazzo lo potrebbe fare”

Marco Ipsale

Il prof. Prestininzi: “L’idea del tunnel nello Stretto è stata scartata, solo un pazzo lo potrebbe fare”

domenica 23 Agosto 2020 - 07:00
Il prof. Prestininzi: “L’idea del tunnel nello Stretto è stata scartata, solo un pazzo lo potrebbe fare”

Professore di Geologia Applicata all’Università La Sapienza di Roma, spiega perché l'idea del tunnel è stata scartata già anni fa

“Il progetto del ponte sullo Stretto è figlio dell’ingegno e della tecnica italiana, l’idea del tunnel è una questione che ci mette in imbarazzo”. Alberto Prestininzi, professore di Geologia Applicata all’Università La Sapienza di Roma, direttore del Ceri (Centro di ricerca previsione, prevenzione e controllo dei rischi geologici) e membro del comitato scientifico della Stretto di Messina dal 2001 al 2012, dice la sua a Radio Radicale in merito all’idea del tunnel nello Stretto.

“Struttura rigida tra le faglie? Solo un pazzo”

Spiega che “un tunnel, per scendere a 300 metri e risalire, con pendenze massime possibili del 12 per mille, avrebbe bisogno di gallerie di 56 km, altro che città metropolitana unita tra Messina e Reggio”. E che l’idea “è stata la prima ad essere scartata per ragioni geomorfologiche e sismiche. In quell’area sono stati fatti studi sismici e geodinamici molto approfonditi, sappiamo tutto. Solo un pazzo potrebbe immaginare di posizionare una struttura rigida tra le faglie di una grande area sismica”.

Il rischio sismico

Ma allora il rischio sismico ci sarebbe anche per il ponte? “No – risponde il prof. Prestininzi -, il ponte ha solo due contatti a terra con le fondazioni dei piloni. Per quella lunghezza ha una frequenza di oscillazione propria lontanissima da quelle che generano i terremoti, il ponte non lo sente neanche il terremoto”.

La forza del vento

E il vento? “Quello era un problema ma è stato risolto con una serie di studi e prove alla galleria del vento del Politecnico di Milano. Il progetto del ponte è un gioiello tecnologico dell’ingegneria italiana, verificato dal punto di vista tecnico, territoriale e ambientale da parte di supervisori internazionali. Lunghe indagini che hanno consegnato rapporti estremamente favorevoli e hanno suggerito la campata unica come soluzione migliore. Ne abbiamo la certezza, è un modello che stanno usando in tutto il mondo, per ultimi Cina e Turchia, la nuova generazione di ponti sospesi è tutta sull’idea del ponte di Messina”.

Lo “sciagurato” stop da parte del governo Monti

Prestininzi definisce “sciagurata” la decisione del governo Monti di bloccare il progetto nel 2012. “Un progetto definitivo, approvato a tutti i livelli, un contratto firmato”. Un aspetto positivo: “Oggi ci sono materiali e tecnologie più moderne, si possono abbassare i costi e si può migliorare la qualità”.

Il divario nord – sud

Infine una considerazione politica. “Il tunnel non è una soluzione innovativa, è una trovata politica da sommare alle molte proposte per distogliere l’attenzione dal ponte. La Politica deve occuparsi del problema politico ed economico, poi deve affidarsi ai tecnici. Dicano che non vogliono il ponte dal punto di vista politico, delle cose tecniche devono occuparsene i tecnici. Quando la Politica non è capace di decidere rinvia. Così il sud sarà sempre lontano dal resto d’Europa, per carenza di infrastrutture. Invece che dare un contributo al Meridione, si è allargata la forbice del benessere col resto del Paese”.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

8 commenti

  1. IMPOSSIBILE NON ESSERE D’ACCORDO COL PROF. CHE HA SPIEGATO IN TERMINI TECNICI E COMPRENSIBILI LA SITUAZIONE

    9
    5
  2. Caro professore le dico io come va a finire. Presenteranno un progetto con tanto di plastico in 3D si fottera..o i soldi e poi non si farà più nulla . Anche perché se consideriamo quanto sono costati alla comunità tutti i progetti di questo ponte mai realizzato si evince che è solo un altro metodo per estorcere quattrini .

    7
    6
    1. Il professore ne sa qualcosa visto che ha lavorato per la fantomatica società Stretto di Messina Spa

      0
      0
  3. quindista parlando del sig.Cancelleri giancarlo?

    0
    0
  4. Roberto Paravagna 24 Agosto 2020 02:37

    Non mi risulta che esista un progetto definitivo del ponte ma solo preliminare..
    Il progetto e criticato da esperti in strutture sospese.
    Il tunnel puo avere soluzioni
    Piu moderne – ritengo.
    Pensiamo al tunnel della Manica perfettamente funzionante e con alto volume di traffico.
    Quindi meno certezze per favore

    3
    3
    1. Ma la Manica è zona sismica?

      0
      1
  5. La Politica deve occuparsi del problema politico ed economico, poi deve affidarsi ai tecnici. Lo sottoscrivo

    1
    2
  6. roberto il grande 25 Agosto 2020 20:15

    la tecnolgia del trasporto, di domani, esclude investimenti in strade e ponti o tunnel, sono soldi buttati, oltre ai grossi rischi e ai danni ambientali immensi . Investiamo in ricerca, anticipiamo il domani.

    3
    1

Rispondi a Stefano Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007