Il Ragusa supera l'Igea. Taormina corsara, Nebros polemica - Tempostretto

Il Ragusa supera l’Igea. Taormina corsara, Nebros polemica

Simone Milioti

Il Ragusa supera l’Igea. Taormina corsara, Nebros polemica

martedì 15 Marzo 2022 - 06:52

Vittorie di misura per Taormina e Ragusa in casa di Carlentini e Igea. Jonica, che riposava, superata in testa alla classifica. Nebros "batte" un'arrendevole AciCatena

Il Ragusa vince lo scontro diretto contro l’Igea a Barcellona Pozzo di Gotto quasi allo scadere e compie un passo importante dal campionato di Eccellenza verso la Serie D. Gli episodi hanno fatto la differenza in una gara equilibrata e dove solo negli ultimi cinque minuti il Ragusa ha trovato il gol della vittoria con Belluso.

Fuori casa il Città di Taormina vince 1-0 a Carlentini e ritrova la vittoria dopo due sconfitte di fila. Un successo meritato per i biancazzurri che fa morale e li fa balzare al sesto posto ancora in corsa per i playoff.

Match con polemica invece per Nebros che ospitava l’AciCatena che scende in campo con sette effettivi e dopo 5 minuti e sotto di un gol abbandona per un infortunio e in sei da regolamento non può disputare la partita. Dura la società al termine di questa partita farsa.

Turno di riposo per la Jonica che vede il Ragusa scalzarla dalla vetta della classifica ma settimana prossima ci sarà lo scontro diretto in casa degli iblei che potrebbe decidere le sorti della capolista del girone B del campionato.

Igea – Ragusa 0-1

“Non abbiamo rischiato granché. Loro sono una squadra solida, noi altrettanto. Ma siamo riusciti a fare la nostra partita e a spuntarla a cinque minuti dalla fine. Faccio i complimenti a tutti per quest’altra grande prova di maturità”, a parlare è un raggiante Filippo Raciti, allenatore dell’Asd Ragusa calcio 1949, a commentare il successo delle aquile azzurre nella partitissima del D’Alcontres di Barcellona Pozzo di Gotto.

Una partita che ha confermato quanto detto dalla classifica. Una partita anche nervosa a tratti ma che fino all’85’ non ha avuto un padrone con le occasioni che a turno non venivano concretizzate da entrambe le parti. Solo nel finale l’assist di Maimone trovava in buona posizione Belluso che insaccava e regalava tre punti al Ragusa che balza in testa alla classifica.

“Ci sono ancora altre sei gare e diciotto punti a disposizione. Quindi – prosegue il tecnico del Ragusa -, bisogna mantenere i nervi saldi sino al termine e riuscire a rimanere concentrati se vogliamo centrare un altro obiettivo importante dopo la conquista della Coppa Italia regionale”.

Carlentini – Città di Taormina 0-1

Prima occasione della gara al 3’, con il sinistro a giro di Carbonaro che sfiora il palo. Nei primi minuti anche un colpo di testa alto di D’Arrigo e una girata a centro area di Viscuso, dopo la torre di Emanuele, parata da Sanfilippo. Al 16′ Biondo pressa il portiere di casa, la palla schizza dalle parti di Famà, il cui pallonetto si perde alto. Quattro minuti dopo Biondo protesta dopo un contatto in area con Spampinato, l’arbitro lascia giocare. Clamorosa poi l’occasione di Carbonaro che, dopo una serie di rimpalli, si ritrova a un passo dalla linea con la porta vuota, ma spedisce sull’esterno della rete. Palla-gol dalla dinamica simile al 35’: traversone di Viscuso, Emanuele vince un rimpallo e calcia a botta sicura, ma Tornatore fa un miracolo e alza in corner. Al 38′ ci prova Urso al volo, Sanfilippo respinge in corner.

Subito una chance per il Città di Taormina: tacco di Viscuso per Urso, palla radente verso Biondo che non trova la deviazione vincente. Preme il Città di Taormina: Sanfilippo al 56’ alza in corner il destro morbido di Famà, mentre la botta di Pantano è deviata da D’Arrigo col corpo. Dopo un gol annullato per fuorigioco molto dubbio a Biondo, Cirnigliaro respinge lateralmente il tiro di Daniele Scapellato e poi si supera sul tap-in di Carbonaro. Sul fronte opposto la ripartenza di Ginagò è chiusa da un tiro di Famà respinto da Sanfilippo, e all’85’ arriva il meritato vantaggio: Ancione lancia Famà in campo aperto, l’attaccante sfonda a sinistra, mette dentro per Strano che si inserisce coi tempi giusti e di testa batte Sanfilippo. In pieno recupero, poi, Emanuele manca il raddoppio su assist di Biondo.

Nebros – AciCatena 1-0

Nebros contro Acicatena è stata sospesa sul risultato di 1 a 0 per i locali al quinto minuto. Non la prende bene la società di Acquedolci che in un post su facebook lascia trasparire la propria amarezza: “Dopo una settimana ad allenarsi e passata a preparare nel migliore dei modi l’incontro, una macchina organizzativa (costosa) messa in moto per una domenica all’insegna della passione per questo sport ed invece ancora una volta ci ritroviamo a commentare tutt’altro”.

“Gli ospiti arrivano a Gliaca con la squadra al completo – accusa Nebros – ma mentre sette atleti si cambiano per scendere in campo, gli altri (per motivi che non sappiamo e che non sono di nostro interesse) preferiscono passeggiare nel parcheggio dell’impianto. Entrano in sette subiscono un goal e rimangono in sei per infortunio, finisce qui la domenica calcistica”.

L’appello al comitato regionale: “Vorremo sapere e capire chi ci ripagherà le spese per questi mancati incassi, quattro partite in casa saltate per ritiri ed ulteriori due spostate in infrasettimanale per Covid. Il Comitato Regionale è chiamato a trovare al più presto una soluzione a tutto ciò, ne vale la dignità ed il futuro dell’intero calcio Siciliano”.

Le scuse dell’AciCatena

“La società Acicatena Calcio 1973 rappresentata da dirigenza, staff tecnico, squadra e collaboratori, in seguito all’episodio verificatosi nella giornata di ieri a Gliaca Di Piraino, porge le sue più sentite scuse verso l’organo federale della Lega Nazionale Dilettanti e verso tutte le altre squadre del girone, oltre che verso tutti gli appassionati a questi colori.

Una pagina sicuramente non esemplare, dettata da una decisione non della società ma della squadra che dopo essersi assunta la responsabilità di tale scelta e averlo chiarito, vuole sottolineare la totale estraneità della proprietà e di tutto lo staff dirigenziale in merito a tale comportamento, che dunque può essere soggetta a pareri e giudizi discordanti di ogni genere ma non in merito a tale scelta presa esclusivamente dal gruppo squadra, scelta di cui la società non va assolutamente fiera, e di cui è dispiaciuta e mortificata, e in tale occasione porge nuovamente le più sentite scuse a quanti sopracitati”.

Classifica Eccellenza girone B

Ragusa 54** punti
Jonica* 53 punti
Igea* 51 punti
Nebros, Carlentini 36 punti
Città di Taormina**, Città di Siracusa** 30 punti
Palazzolo* 23 punti
Real Siracusa Belvedere**, Virtus Ispica* 22 punti
AciCatena* 19 punti
Santa Croce 14 punti
Città di Viagrande* 12 punti
Atletico Catania** -2 punti

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007