Il Sant'Agata batte il Paternò, l'Fc Messina rinuncia - Tempostretto

Il Sant’Agata batte il Paternò, l’Fc Messina rinuncia

Redazione

Il Sant’Agata batte il Paternò, l’Fc Messina rinuncia

giovedì 09 Dicembre 2021 - 08:49

Il Città di Sant'Agata supera in casa il Paternò per 1-0, gol di Alagna, e sale a quota 20 punti nel girone I di Serie D. Il Football Club ha rinunciato alla trasferta di Cava de' Tirreni

SANT’AGATA DI MILITELLO – La quindicesima giornata di campionato in Serie D ha visto il Città di Sant’Agata ospitare il Paternò, i biancazzurri hanno superato gli ospiti terzi in classifica grazie ad una prova gagliarda ed un pubblico straordinario.

Punteggio minimo, ma massimo risultato per la squadra di Giampà che passa al Biagio Fresina grazie alla rete su corner nella ripresa di Alagna. Un successo che torna dopo quattro sconfitte consecutive. La squadra, ben messa in campo, ha imbrigliato gli etnei concedendo poco o nulla, gestendo sempre la partita.

Da segnalare la rinuncia dell’Fc Messina a disputare il proprio turno di campionato a Cava de’ Tirreni. La squadra ormai allo sbando, nelle mani dell’amministratore delegato Carmelo Santoro, ha comunicato il giorno prima della gara al dipartimento interregionale formale rinuncia. Le prospettive sono le peggiori perché al momento la società giallorossa non può assicurare la presenza di una squadra in campo e quindi rischia di essere estromessa dal torneo già dal prossimo turno dovesse arrivare una seconda rinuncia.

Sant’Agata – Paternò 1-0

In un “Fresina” caldo come non mai, con il pubblico autentico dodicesimo uomo in campo, la partita si accende al 8’ con la punizione di Catalano che genera una mischia in area, Gallo che calcia a colpo sicuro ma trova la respinta fortuita di Mangiameli. Al 15’ è ancora il Città di Sant’Agata ad essere minaccioso nei sedici metri avversari con Cicirello, ma il suo tiro non inquadra lo specchio della porta. Il Paternò si fa vivo al 25’ quando Rizzo dal limite conclude centralmente e Cannizzaro blocca senza problemi. Prima del riposo ci provano ancora i padroni di casa con la classica azione di Catalano che dopo aver saltato Bontempo conclude alto. Sul versante opposto il pallone buono capita a Foderaro che calcia di contro balzo e chiama all’intervento Cannizzaro.

Nella ripresa partono forte i biancoazzurri che potrebbero sbloccarla a 53’ con Catalano, ma Latella e la traversa negano la gioia del gol. Pochi minuti dopo ripartenza magistrale dei santagatesi con Cicirello che rifinisce per Catalano ma ancora una volta Latella si supera. Il Città di Sant’Agata spinge forte ed al 72’ è ancora una volta il numero uno ospite ad avere la meglio su Catalano. Il gol è nell’aria ed arriva al 76’ quando Alagna su corner di Catalano colpisce di testa mandando in delirio il pubblico di casa. La squadra di Giampà potrebbe chiuderla all’85’ ma è la traversa a salvare Latella ancora su bordata di Catalano. Nel corso del recupero il Paternò cerca il forcing e protesta per un tocco sospetto in area di Brugaletta. Il direttore di gara dichiara chiusa la contesa scatenando la festa in campo e sugli spalti per una vittoria voluta, cercata e meritata.

Dichiarazioni di Giampà

“Quest’anno siamo una squadra strana, prima 4 vittorie consecutive, poi 4 sconfitte consecutive e ora la vittoria contro il Paternò che mancava da tanto tempo. Loro arrivavano nelle migliori condizioni mentali, noi nelle peggiori perché anche giocando bene i punti non arrivavano.

In casa volevamo ottenere questa vittoria e abbiamo messo in campo tutte le forze, la squadra stava bene e non sono ricorso neanche ai 5 cambi. Entrambe le tifoserie hanno spinto la squadra, in particolare i nostri vedono l’impegno della squadra giorno per giorno.

Ho sbagliato quest’anno dovevo lasciare la squadra più tranquilla e invece ho alzato l’asticella. La società poteva anche decidere di esonerarmi dopo quattro sconfitte, siamo in linea con quanto dovevamo fare solo abbiamo distribuito male i punti. La squadra ha l’obiettivo di salvarsi e io nella mia testa pensavo di girare in campionato a 23 punti dopo il girone d’andata, siamo in linea”.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007