A Salice una biblioteca realizzata da genitori, alunni e maestre. Ora tocca al Comune - Tempo Stretto

A Salice una biblioteca realizzata da genitori, alunni e maestre. Ora tocca al Comune

A Salice una biblioteca realizzata da genitori, alunni e maestre. Ora tocca al Comune

giovedì 09 Giugno 2011 - 08:53
A Salice una biblioteca realizzata da genitori, alunni e maestre. Ora tocca al Comune

L’iniziativa, spontaneamente organizzata dagli abitanti del villaggio, ha consentito l’apertura di una sala lettura ricavata in una delle ex-aule della scuola Giovanni Cena: pareti affrescate e dipinte da bambini e genitori, che però chiedono ora al comune di fare la propria parte, per migliorar le condizioni strutturale dell’edificio

Non appena ci si mette piede sembra quasi di entrare in un bosco, di ripercorrere la stessa strada che conduce al cuore del villaggio, quello di Salice: una delle pareti, da poco affrescata, è stata dipinta dall’artista Maria Giovanna Lucà che ha riprodotto alberi, pianti e fiori con sullo sfondo un incantevole cielo azzurro. Ci troviamo nei nuovi locali della biblioteca ricavata all’interno dei locali della Scuola Elementare “G.Cena” (appartenente al XVI Istituto Comprensivo “Villa Lina – Ritiro”), inaugurata ieri pomeriggio sotto gli occhi soddisfatti di una comunità che dall’inizio della scorso febbraio, con iniziativa e volontà, ha deciso di “donarsi”, uno spazio dedicato alla lettura, alla cultura, alla riflessione.

Soddisfatti i salicesi, ma altrettanto gli amministratori a cui ieri i cittadini hanno impartito una lezione che certo non dovranno dimenticare. Perché là dove non arriva la politica, lì dove la burocrazia rallenta i tempi e spegne gli entusiasmi, ci pensano quei cittadini che mostrano sincero e profondo attaccamento al proprio territorio. La dedizione e la passione del corpo docente unitamente alla voglia di fare dei bambini, dei genitori e dell’intero villaggio ha permesso la realizzazione della nuova biblioteca. Il lavoro è stato lungo ma piacevolmente condiviso. I piccoli studenti, che negli anni scorsi avevano partecipato a progetti con la Biblioteca regionale di Messina, quest’anno si sono impegnati per il raggiungimento di questo nuovo obiettivo. Numerosi sono stati i laboratori di lettura condotti in aula per affascinare i più piccoli attraverso il libro, che da oggetto funzionale allo studio e alla formazione è divenuto un tesoro tutto da scoprire. Il piacere della lettura è il tema fondamentale attorno al quale si è sviluppata l’intera iniziativa. Negli ultimi mesi i genitori degli alunni, animati da tanta voglia di fare hanno “rinnovato” l’ex-aula del plesso, tinteggiando le pareti di colore verde ed arancio, colori questi volti a stimolare la fantasia dei piccoli lettori ed hanno infine montato tutta la scaffalatura, rendendo l’ambiente accogliente e confortevole.

Non manca tuttavia qualche nota stonata rispetto alle condizioni strutturali dell’edificio, che gli stessi genitori hanno segnalato all’assessore Magazzù, presente all’inaugurazione con il presidente dell’Ente Teatro Luciano Ordile: gli infissi si presentano ormai usurati (risalgono agli anni ’60), il copriferro è esploso e vengono più garantite le condizioni igieniche delle aule. Infatti pur essendoci ampi spazi, spesso le finestre non possono essere aperte per far circolare l’aria e le serrande sono bloccate. D’inverno i piccoli alunni patiscono il freddo per i numerosi spifferi e sono costretti a fare scuola con la luce dei neon anche quando il sole splende. Nel 2009 il consiglio della VI Circoscrizione ha redatto una delibera per la loro sostituzione. Diversi i solleciti inviata dal quartiere, qualcosa dovrebbe forse avvenire in estate, ma i cittadini, ormai legittimamente scettici, aspettano fatti concreti. Al termine del pomeriggio, i bambini, accompagnati dalla banda musicale del paese, hanno intonato l’Inno di Mameli. (ELENA DE PASQUALE)

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007