Incendi in Calabria, ustionati gravi e sfollati - Tempostretto

Incendi in Calabria, ustionati gravi e sfollati

Redazione

Incendi in Calabria, ustionati gravi e sfollati

giovedì 12 Agosto 2021 - 08:50

Emergenza incendi, torna a fare il punto la Prefettura reggina.

Dopo la Sala operativa di protezione civile, il prefetto Massimo Mariani – nel frattempo rientrato appositamente a Reggio per seguire l’emergenza incendi – ha attivato il Centro coordinamento soccorsi (Ccs). Costante il collegamento con la Protezione civile nazionale.

Zona grecofona a rischio

Unico fronte di fuoco, di vaste proporzioni, persiste nelle frazioni di Cardeto, Roghudi e Roccaforte del Greco.

Relativamente al Comune di Cardeto, alcune famiglie sono state allontanate dalle proprie abitazioni. In frazione Iriti, i Vigili del fuoco – tuttora presenti con tre squadre e volontari di Protezione civile – hanno salvato dai roghi tre nuclei familiari.

Il coordinamento ha promosso interventi per la realizzazione di fasce tagliafuoco a Roccaforte del Greco e Roghudi. Tutto secondo le indicazioni dell’Azienda regionale Calabria Verde, in raccordo con i Comuni interessati.

Fiato sospeso per le Faggete vetuste

Analogo intervento nel territorio del comune di San Luca, ove perdura un incendio di notevole entità che lambisce una faggeta patrimonio dell’Unesco. Garantito il supporto dei mezzi del XXI Reggimento del Genio guastatori.

Morte e sfollati nella Locride

Fronti incendiari persistono nei Comuni di Mammola, Gioiosa Jonica, Grotteria e San Giovanni di Gerace. E in questi ultimi due, nella serata di ieri le autorità hanno disposto evacuazioni della popolazione.

Purtroppo, com’è noto, hanno avuto luogo due ulteriori decessi, uno nel territorio del Comune di Cardeto e l’altro nella contrada Scaletta di Grotteria.

Ustionati ricoverati d’urgenza

Ulteriori incendi di particolare entità si sono verificati nei Comuni di Cittanova, Caulonia e a Vinco. In questa frazione collinare di Reggio tre civili sono rimasti ustionati e sono stati ricoverati al Gom che ha disposto il trasferimento di due di loro in Centri specializzati.

I Vigili del fuoco hanno convogliato squadre d’intervento e volontari nelle zone colpite. Peraltro, il tutto in costante collegamento tra il Ccs e i sindaci. Pure i mezzi aerei disponibili supportano le operazioni di spegnimento dei roghi.

A Roccaforte dichiarato lo stato di calamità naturale.

Il comune di Roccaforte del Greco, attraverso una Delibera di Giunta Comunale, in seguito ai vasti incendi sviluppatasi sul territorio comunale ha dichiarato lo stato di calamità. In considerazione dei gravissimi danni che i roghi stanno arrecando all’intero territorio comunale, “VENGONO ANNULLATE tutte le attività già programmate dall’Amministrazione Comunale di Roccaforte del Greco per i festeggiamenti in onore della Madonna dell’Assunta (15 agosto) e di San Rocco (16 agosto)”. É quanto viene riportato inoltre in una nota stampa del Comune a firma del Sindaco Domenico Penna.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007