Auto dei carabinieri si schianta contro utilitaria. La precisazione dell'Arma: "Non hanno rispettato lo stop". FOTO - Tempostretto

Auto dei carabinieri si schianta contro utilitaria. La precisazione dell’Arma: “Non hanno rispettato lo stop”. FOTO

Veronica Crocitti

Auto dei carabinieri si schianta contro utilitaria. La precisazione dell’Arma: “Non hanno rispettato lo stop”. FOTO

martedì 04 Agosto 2015 - 09:36
Auto dei carabinieri si schianta contro utilitaria. La precisazione dell’Arma: “Non hanno rispettato lo stop”. FOTO

Spetterà adesso agli uomini della sezione Infortunistica della polizia Municipale chiarire come sono andate effettivamente le cose, a quanto viaggiavano le due auto e come sia potuto avvenire, in strette stradine del centro città, un incidente tanto violento. LA FOTOGALLERY

E’ di due feriti e due macchine completamente distrutte, tra cui una gazzella del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri, il bilancio del violentissimo incidente che, questa mattina poco prima delle 11, è avvenuto all’incrocio tra via Geraci e via Risorgimento. Secondo una prima ricostruzione, l'impatto sarebbe avvenuto tra l'auto guidata dai militari dell’Arma che procedeva a sirene spiegate verso la via Santa Cecilia ed una Renault Twingo rossa su cui viaggiava una coppia di anziani signori.

Attraverso una nota ufficiale, l'Arma precisa che la Gazzella si stava dirigendo verso la mensa di Sant'Antonio dove era stata segnalata la presenza di un esagitato quando una "Ranault Twingo condotta da un 80enne di Messina con a bordo la moglie, per cause che stanno accertando i Vigli Urbani, non si è fermata allo stop rendendo inevitabile l’impatto".

Il tutto, dinnanzi agli occhi attoniti di numerosissimi cittadini che, in brevissimo tempo, si sono accalcati per prestare cure e rendersi effettivamente conto di cosa fosse successo. Sul posto sono accorse anche le squadre dei Vigili del Fuoco di Messina che hanno estratto i due anziani dalla macchina, ancora coscienti ma con parecchie ferite ed ematomi. L’ambulanza del 118 ha immediatamente provveduto a trasportarli al Pronto Soccorso dell’Ospedale più vicino. La signora, ricoverata adesso al Policlinico, ha riportato le ferite più gravi tanto che i medici si sono riservati la prognosi.

Feriti lievemente anche i due carabinieri che se la caveranno con 8 giorni di prognosi. Spetterà adesso agli uomini della sezione Infortunistica della polizia Municipale chiarire come sono andate effettivamente le cose, a quanto viaggiavano le due auto e come sia potuto avvenire, in strette stradine del centro città, un incidente tanto violento. (Veronica Crocitti)

Ultimo aggiornamento ore 16.00

Tag:

COMMENTA

18 commenti a “Auto dei carabinieri si schianta contro utilitaria. La precisazione dell’Arma: “Non hanno rispettato lo stop”. FOTO”

  1. Antonio Arena ha detto:

    Si va bene , i caramba avevano la sirena azionata ma stando alle foto, probabilmente la twingo aveva , forse, già attraversato la carreggiata? vedremo i risultati dell’inchiesta

  2. Antonio Arena ha detto:

    Si va bene , i caramba avevano la sirena azionata ma stando alle foto, probabilmente la twingo aveva , forse, già attraversato la carreggiata? vedremo i risultati dell’inchiesta

  3. giovannino ha detto:

    GAZZELLE NON SONO SUFFICIENTI IL GOVERNO DEL BISCHERO NON INVIA NE’ MEZZI NE’ FONDI QUESTO INCIDENTE HA DISTRUTTO IL MEZZO TANTI SALUTI AL CONTROLLO DEL TERRITORIO.

  4. giovannino ha detto:

    GAZZELLE NON SONO SUFFICIENTI IL GOVERNO DEL BISCHERO NON INVIA NE’ MEZZI NE’ FONDI QUESTO INCIDENTE HA DISTRUTTO IL MEZZO TANTI SALUTI AL CONTROLLO DEL TERRITORIO.

  5. mariedit ha detto:

    Come si danno con troppa facilità le patenti ai diciottenni con esami di guida superati delle prestazioni delle automobili oggi a disposizione, allo stesso modo si rinnovano a persone anziane con riflessi nervosi i cui tempi di risposta sono sempre più lunghi.

  6. mariedit ha detto:

    Come si danno con troppa facilità le patenti ai diciottenni con esami di guida superati delle prestazioni delle automobili oggi a disposizione, allo stesso modo si rinnovano a persone anziane con riflessi nervosi i cui tempi di risposta sono sempre più lunghi.

  7. burrascanu ha detto:

    ha ragione! oggi ha piovuto ma troppo poco e di chi è la colpa?: di Renzi anzi del suo governo.

  8. burrascanu ha detto:

    ha ragione! oggi ha piovuto ma troppo poco e di chi è la colpa?: di Renzi anzi del suo governo.

  9. giovannino ha detto:

    CONCORDO IN PIENO CON MARIEDIT. HO CONOSCIUTO ALCUNI ANZIANI GUIDATORI DA OLTRE 50 ANNI, TRA GLI 80 E 85 IN ANNI DIVERSI. DEGNI DELLA MASSIMA STIMA APPENA HANNO CAPITO CHE NON ERANO PIU’ IN GRADO DI GUIDARE HANNO VENDUTO LE LORO MACCHINE. UNO DEI DUE ANZIANI ANNO 1983 HA TELEFONATO DA UNA CABINA TELEFONICA IN STRADA HA FATTO GIUNGERE IL SUO MECCANICO HA CONSEGNATO LE CHIAVI PREGANDOLO DI RIPORTARLO A CASA E REGALANDOGLI LA MACCHINA. QUESTE SONO PERSONE DA ELOGIARE E DA PRENDERE COME ESEMPIO.

  10. giovannino ha detto:

    CONCORDO IN PIENO CON MARIEDIT. HO CONOSCIUTO ALCUNI ANZIANI GUIDATORI DA OLTRE 50 ANNI, TRA GLI 80 E 85 IN ANNI DIVERSI. DEGNI DELLA MASSIMA STIMA APPENA HANNO CAPITO CHE NON ERANO PIU’ IN GRADO DI GUIDARE HANNO VENDUTO LE LORO MACCHINE. UNO DEI DUE ANZIANI ANNO 1983 HA TELEFONATO DA UNA CABINA TELEFONICA IN STRADA HA FATTO GIUNGERE IL SUO MECCANICO HA CONSEGNATO LE CHIAVI PREGANDOLO DI RIPORTARLO A CASA E REGALANDOGLI LA MACCHINA. QUESTE SONO PERSONE DA ELOGIARE E DA PRENDERE COME ESEMPIO.

  11. Massimo ha detto:

    E’ vero ciò che viene detto circa l’attenzione che non viene prestata all’atto del rinnovo delle patenti agli anziani; è vero che la normativa vigente, in materia di rapporto età/patente ha delle lacune non prevedendo, ad esempio, alcuni esami medici specifici per i riflessi o un’altro esame pratico di guida. E’ vero anche, che se osserviamo bene, tantissimi, anche non anziani, non rispettano la segnaletica e/o sono intenti a chattare o dialogare tranquillamente con il cellulare in mano adottando una guida a zig zag o con manovre brusche.
    Se al posto degli anziani ci fosse stato “un giovane” non mi sarei stupito più di tanto.
    Speriamo si rimettano tutti presto.

  12. Massimo ha detto:

    E’ vero ciò che viene detto circa l’attenzione che non viene prestata all’atto del rinnovo delle patenti agli anziani; è vero che la normativa vigente, in materia di rapporto età/patente ha delle lacune non prevedendo, ad esempio, alcuni esami medici specifici per i riflessi o un’altro esame pratico di guida. E’ vero anche, che se osserviamo bene, tantissimi, anche non anziani, non rispettano la segnaletica e/o sono intenti a chattare o dialogare tranquillamente con il cellulare in mano adottando una guida a zig zag o con manovre brusche.
    Se al posto degli anziani ci fosse stato “un giovane” non mi sarei stupito più di tanto.
    Speriamo si rimettano tutti presto.

  13. Stellario ha detto:

    La ranault è nuova?

  14. Stellario ha detto:

    La ranault è nuova?

  15. Giò63 ha detto:

    Giusto che non si sono fermati allo stop, giusto che il guidatore ha 80 anni …..
    Ma a che velocità andavano i carabinieri per fare un incidente simile?
    Se fosse stata una moto o dei pedoni distratti?

  16. Giò63 ha detto:

    Giusto che non si sono fermati allo stop, giusto che il guidatore ha 80 anni …..
    Ma a che velocità andavano i carabinieri per fare un incidente simile?
    Se fosse stata una moto o dei pedoni distratti?

  17. antonio551 ha detto:

    Mi piacerebbe sentire il parere degli anziani ,troppo presto dire sono uscite dallo stop ???
    Con le telecamere che ci sono in giro si può capire la velocità della pattuglia.
    A volte la velocità non è giustificata.

  18. antonio551 ha detto:

    Mi piacerebbe sentire il parere degli anziani ,troppo presto dire sono uscite dallo stop ???
    Con le telecamere che ci sono in giro si può capire la velocità della pattuglia.
    A volte la velocità non è giustificata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007