Focacceria in regola multata per aver anticipato di poche ore l'occupazione - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Focacceria in regola multata per aver anticipato di poche ore l’occupazione

Focacceria in regola multata per aver anticipato di poche ore l’occupazione

giovedì 15 Giugno 2017 - 17:43

La focacceria Santoro ha atteso un anno per ottenere l'autorizzazione a sistemare tavoli e sedie nell'area pedonale di via Primo Settembre. Ieri però, solo per aver anticipato di qualche ora la sistemazione degli arredi, è stata multata. Tutto questo mentre nella zona trionfa l'abusivismo di bancarelle e ambulanti

Oltre un anno per ottenere una concessione suolo. Un’odissea burocratica infinita e una battaglia ingaggiata da commercianti e associazioni di categoria. Finalmente l’autorizzazione tanto attesa. Poi ieri la beffa: una multa per aver iniziato a sistemare gli arredi sul suolo pubblico qualche ora prima dell’entrata in vigore della concessione. E’ quanto accaduto alla Focacceria Santoro di via Primo Settembre, in quell’isola pedonale Duomo che tante volte è stata definita “l’isola che non c’è”, una vicenda paradossale denunciata da Confesercenti.

“Quello della Focacceria Santoro è stato un “calvario” fatto di richieste di autorizzazioni e permessi durato ben 12 mesi. Già questa lunghissima attesa per il rilascio della concessione per l’occupazione suolo pubblico, peraltro in una zona adibita a isola pedonale, in cui dovrebbe essere logico oltre che auspicabile, l’ottenimento dei permessi in tempi rapidi, basterebbe per comprendere l’assurdo paradosso che si è consumato ieri a Messina. L’area del centro storico, piazza Duomo e vie limitrofe, viene costantemente presa d’assalto da ambulanti che espongono la propria merce su bancarelle improvvisate e prive di autorizzazione alcuna.

L’attività di ristorazione da noi rappresentata, invece, ha espletato tutte le procedure necessarie per essere in regola e poter usufruire di una porzione di via Primo settembre per montare una struttura esterna. Ma dopo aver atteso un anno, durante il quale non ha mai occupato abusivamente, ieri, solo perché ha anticipato di qualche ora l’occupazione del suolo, per motivi tecnici, finalizzati a predisporre gli arredi, è stata multata e per di più sottoposta ad un’immeritata “gogna” ad uso di alcuni, che, nel tentativo di boicottare l’isola pedonale colpiscono meschinamente chi cerca di investire ancora in questa difficile città”. Confesercenti Messina ha assistito la Focacceria Santoro, durante tutto il lungo periodo che è stato necessario al rilascio dell’autorizzazione per l’occupazione suolo e continuerà ad accompagnarla nel percorso di legalità che accomuna entrambe.

Tag:

18 commenti

  1. Sicuramente il vigile che ha fatto la multa è Santagati.

    0
    0
  2. Sicuramente il vigile che ha fatto la multa è Santagati.

    0
    0
  3. arcangelofranco 16 Giugno 2017 06:14

    Ma finiamola….. Multata per aver cominciato a montare gli arredi alcune ore prima…. Roba da amministrazione svizzera.
    Poi, però, tutto il resto è amministrazione messinese.
    Mah!

    0
    0
  4. arcangelofranco 16 Giugno 2017 06:14

    Ma finiamola….. Multata per aver cominciato a montare gli arredi alcune ore prima…. Roba da amministrazione svizzera.
    Poi, però, tutto il resto è amministrazione messinese.
    Mah!

    0
    0
  5. arcangelofranco 16 Giugno 2017 06:16

    Sarà tornato da un breve periodo di ferie in Svizzera….?

    0
    0
  6. arcangelofranco 16 Giugno 2017 06:16

    Sarà tornato da un breve periodo di ferie in Svizzera….?

    0
    0
  7. MessineseAttenta 16 Giugno 2017 06:49

    Queste autorizzazioni avvantagiano il commerciante e danneggiano la collettività. Ignoro dove abita l’articolista, ma riuscirebbe a vivere in una zona dove, 7 giorni su 7, fino all’alba si devono sopportare schiamazzi, urla, liti, portoni e marciapiedi trasformati in vespasiani, sporcizia causata da avventori cafoni e commercianti bastasi che non puliscono e se ne infischiano delle disposizioni in materia di orario e di mescita di bibite alcoliche, stante anche la complice e ben studiata a tavolino assenza di controlli?
    La brama di guadagno dei commercianti non deve confliggere con il desiderio di una vita tranquilla dei residenti.
    Basta con queste utilizzi incivili e cafoni delle pubbliche vie a vantaggio di determinati personaggi.

    0
    0
  8. MessineseAttenta 16 Giugno 2017 06:49

    Queste autorizzazioni avvantagiano il commerciante e danneggiano la collettività. Ignoro dove abita l’articolista, ma riuscirebbe a vivere in una zona dove, 7 giorni su 7, fino all’alba si devono sopportare schiamazzi, urla, liti, portoni e marciapiedi trasformati in vespasiani, sporcizia causata da avventori cafoni e commercianti bastasi che non puliscono e se ne infischiano delle disposizioni in materia di orario e di mescita di bibite alcoliche, stante anche la complice e ben studiata a tavolino assenza di controlli?
    La brama di guadagno dei commercianti non deve confliggere con il desiderio di una vita tranquilla dei residenti.
    Basta con queste utilizzi incivili e cafoni delle pubbliche vie a vantaggio di determinati personaggi.

    0
    0
  9. si voleva fare altri due/tre giorni di malattia?

    0
    0
  10. si voleva fare altri due/tre giorni di malattia?

    0
    0
  11. Fossi un dipendente qualunque del comune di messina (il minuscolo è d’obbligo) mi vergognerei anche se non avessi responsabilità alcuna… la città muore, ed il lavoro regolare con lei, e cosa si fa? Si bastonano sempre gli stessi…
    Spero in un vero fallimento del comune così tutti gli stipendiati (anche quelli che cercano,per la verità, di fare bene il loro lavoro) dovranno capire cos’è l’ottusa burocrazia che, purtroppo, ci governa!!!

    0
    0
  12. Fossi un dipendente qualunque del comune di messina (il minuscolo è d’obbligo) mi vergognerei anche se non avessi responsabilità alcuna… la città muore, ed il lavoro regolare con lei, e cosa si fa? Si bastonano sempre gli stessi…
    Spero in un vero fallimento del comune così tutti gli stipendiati (anche quelli che cercano,per la verità, di fare bene il loro lavoro) dovranno capire cos’è l’ottusa burocrazia che, purtroppo, ci governa!!!

    0
    0
  13. MessineseIncallito 16 Giugno 2017 08:53

    Consiglio al signor Santoro di convertire la focacceria in un furgoncino ambulante piazzato sul viale Europa o sotto il Celeste. Li non servono autorizzazioni particolari del comune, può anche prendere un centinaio di metri di marciapiede tutto in regola (secondo i canoni messinesi).
    Glielo possono confermare i tanto venditori di frutta e verdura che già seguono questo iter.

    0
    0
  14. MessineseIncallito 16 Giugno 2017 08:53

    Consiglio al signor Santoro di convertire la focacceria in un furgoncino ambulante piazzato sul viale Europa o sotto il Celeste. Li non servono autorizzazioni particolari del comune, può anche prendere un centinaio di metri di marciapiede tutto in regola (secondo i canoni messinesi).
    Glielo possono confermare i tanto venditori di frutta e verdura che già seguono questo iter.

    0
    0
  15. MessineseIncallito 16 Giugno 2017 10:04

    INVITO IL SINDACO A PRENDERE UNA POSIZIONE UFFICIALE ED A FARE UNA DICHIARAZIONE IN MERITO

    0
    0
  16. MessineseIncallito 16 Giugno 2017 10:04

    INVITO IL SINDACO A PRENDERE UNA POSIZIONE UFFICIALE ED A FARE UNA DICHIARAZIONE IN MERITO

    0
    0
  17. arcangelofranco 16 Giugno 2017 11:44

    Il sindaco ha dichiarato che la tuma era fresca, così come le acciughe.
    E per finire, alla prossima occasione pubblica, sfoggerà la maglietta con scritto “FREE FOCACCIA”
    Alla faccia di quel simpaticone di Trump….

    0
    0
  18. arcangelofranco 16 Giugno 2017 11:44

    Il sindaco ha dichiarato che la tuma era fresca, così come le acciughe.
    E per finire, alla prossima occasione pubblica, sfoggerà la maglietta con scritto “FREE FOCACCIA”
    Alla faccia di quel simpaticone di Trump….

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x