Viadotto Ritiro, tempi lunghi al Cga. Pirrone: “Speriamo di iniziare i lavori a marzo” - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Viadotto Ritiro, tempi lunghi al Cga. Pirrone: “Speriamo di iniziare i lavori a marzo”

Marco Ipsale

Viadotto Ritiro, tempi lunghi al Cga. Pirrone: “Speriamo di iniziare i lavori a marzo”

venerdì 11 Dicembre 2015 - 23:03
Viadotto Ritiro, tempi lunghi al Cga. Pirrone: “Speriamo di iniziare i lavori a marzo”

Riunione in Prefettura per scandire i tempi verso l’avvio dei lavori. Il punto del direttore generale del Cas: la sentenza arriverà tra qualche mese ma si ritiene che non ribalterà l’aggiudicazione; in corso gli ultimi adempimenti burocratici

Il responso era atteso per lo scorso 18 novembre ma il Cga si è riservato la decisione. Tempi che potrebbero essere anche lunghi, per l’isola Cairoli ad esempio sono passati quasi 5 mesi, e una “maledizione” che sembra abbattersi sui lavori di completamento dello svincolo di Giostra, attesi da quasi vent’anni, che ora verranno realizzati nell’ambito dell’appalto di rifacimento del viadotto Ritiro.

“Potrebbero passare sei mesi, forse anche un anno – afferma il direttore generale del Consorzio Autostrade Siciliane, Salvatore Pirrone – ma noi abbiamo il dovere di fare le opere e non possiamo aspettare la sentenza del Cga, anche perché non abbiamo motivo di ritenere che possa ribaltare l’aggiudicazione”. La gara, lo ricordiamo, è stata vinta dalla Toto Costruzioni Generali un anno fa, il 18 dicembre 2014, prima che arrivassero i ricorsi della seconda classificata, la Sicurbau.

A meno di colpi di scena, dunque, la strada verso l’avvio dei lavori sembra spianata. Il problema è che, questioni giudiziarie a parte, la parte burocratica non si è ancora conclusa. Se n’è discusso ieri, nel corso di un incontro in Prefettura al quale hanno partecipato, oltre a Pirrone, anche il presidente Faraci e il rup Sidoti per il Consorzio Autostrade, gli ing. Fogliano e Renda dell’Anas, l’assessore De Cola e l’ing. capo del Genio Civile, Santoro. “Ci siamo aggiornati all’11 gennaio – riprende Pirrone – e per allora dovremmo avere tutto pronto, a partire dalle autorizzazioni di Soprintendenza e Forestale che ancora mancano ma saranno una formalità. Abbiamo trasferito tutti gli atti all’Anas, che ha fornito la sua disponibilità, perché dia l’ok definitivo alla bretella che diventerà l’uscita dello svincolo di Giostra, da utilizzare nel momento in cui demoliremo le campate del Ritiro. Non dovrebbe esserci alcun problema perché si tratta di due sole campate ma non possiamo indicare tempi precisi perché non dipendono da noi, speriamo che nulla vada di traverso. Già prima di Natale convocheremo l’impresa per avviare una prima fase di cantierizzazione. Subito dopo l’approvazione, il progetto esecutivo sarà inviato al Ministero e si potrà partire con i lavori”. Quando? “Spero entro il mese di marzo – conclude Pirrone -”.

(Marco Ipsale)

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

4 commenti

  1. Ma è mai possibile che in questi città qualsiasi opera o riapertura venga bloccata dalla burocrazia. Più di un anno per prendere una qualsiasi decisione. Nessuno ha il coraggio di assumersi le proprie responsabilità, forse sperano che tra un anno sia qualcun altro a prenderle. Loro sono buoni a prendersi invece i bei soldini che sedendo su alcune poltrone, purtroppo, gli spettano. E’ vergognoso ed assurdo, anche il fatto che nessuno fa niente per cambiare tutto questo!!!!

    0
    0
  2. Ma è mai possibile che in questi città qualsiasi opera o riapertura venga bloccata dalla burocrazia. Più di un anno per prendere una qualsiasi decisione. Nessuno ha il coraggio di assumersi le proprie responsabilità, forse sperano che tra un anno sia qualcun altro a prenderle. Loro sono buoni a prendersi invece i bei soldini che sedendo su alcune poltrone, purtroppo, gli spettano. E’ vergognoso ed assurdo, anche il fatto che nessuno fa niente per cambiare tutto questo!!!!

    0
    0
  3. Condivido il pensiero di ftomas, che ha ben sintetizzato la situazione. Gli svincoli di Giostra sono una delle tante vergogne ridicole di Messina, una delle più longeve. Il punto è che siamo in mano a xxxxxxxxxxxxx e i risultati sono, come sempre, sotto gli occhi di chiunque. Senza contare la vergogna di quegli stramaledetti tir che ancora circolano per la città e si imbarcano insieme ad autovetture private per traghettare. In questo caso sappiamo bene che c’è anche una regia occulta che vuole tutto questo. Per interessi molto grandi, ovvio. Questa è la città del nulla e noi siamo i suoi fantasmi (paganti e umiliati).

    0
    0
  4. Condivido il pensiero di ftomas, che ha ben sintetizzato la situazione. Gli svincoli di Giostra sono una delle tante vergogne ridicole di Messina, una delle più longeve. Il punto è che siamo in mano a xxxxxxxxxxxxx e i risultati sono, come sempre, sotto gli occhi di chiunque. Senza contare la vergogna di quegli stramaledetti tir che ancora circolano per la città e si imbarcano insieme ad autovetture private per traghettare. In questo caso sappiamo bene che c’è anche una regia occulta che vuole tutto questo. Per interessi molto grandi, ovvio. Questa è la città del nulla e noi siamo i suoi fantasmi (paganti e umiliati).

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007