La Biblioteca Regionale suggerisce Salgari e Jack London - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

La Biblioteca Regionale suggerisce Salgari e Jack London

Redazione

La Biblioteca Regionale suggerisce Salgari e Jack London

sabato 13 Giugno 2020 - 08:46

La Biblioteca Regionale di Messina ha dato avvio, lo scorso 23 aprile, al progetto "Se leggo scopro e... mi riscopro" aderendo al "Maggio dei Libri"

La Biblioteca Regionale di Messina ha dato avvio, lo scorso 23 aprile, a “Se leggo scopro e… mi riscopro”. Il progetto è una rivisitazione di “Se leggo scopro” promossa dal Centro per il Libro e la Lettura, in occasione del “Maggio dei Libri” per l’anno 2020.

Il progetto della Biblioteca Regionale porterà alla creazione di un arcobaleno di generi letterari. Si parte dal colore rosso, associato all’avventura.

I primi due suggerimenti di lettura del progetto “Se leggo scopro e… mi riscopro” corrispondono a alcuni classici, da sempre presenti sugli scaffali delle librerie delle nostre case e della stessa Biblioteca Regionale.

I° suggerimento: I romanzi del ciclo indo-malese di Emilio Salgari

“La notte del 20 dicembre 1849 un uragano violentissimo imperversava sopra Mompracem, isola selvaggia, di fama sinistra, covo di formidabili pirati, situata nel mare della Malesia, a poche centinaia di miglia dalle coste occidentali del Borneo.” Così inizia il romanzo “Le tigri di Mompracem”, cui faranno seguito le altre pubblicazioni della saga.

Chi non ricorda la figura di Sandokan, il principe indiano, spodestato dagli anglosassoni,divenuto pirata per amore della sua patria?

Nel tempo la scrittura romanzesca ha affascinato registi, scenografi, l’universo del piccolo e grande schermo, dando vita nel 1976 alla miniserie televisiva “Sandokan”, per la regia di Sergio Sollima, primo teleromanzo italiano coprodotto da italiani e stranieri.Tra gli interpreti anche il messinese Adolfo Celi nel ruolo del cattivo lord James Brooke.

L’avventurosa storia diviene poi versione cinematografica portando sul grande schermo, di volta in volta, dal 1977 al 1998, le emozionanti pagine dei libri di Emilio Salgari. Nel 1998 è il momento dei cartoons in televisione, ma già nel 1976, sulla rivista Topolino, appaiono storie ispirate all’opera letteraria di Salgari e nel 2018 approda anche al mondo fantastico dei fumetti d’autore.

Come non ricordare,poi, la rivisitazione per il teatro del poliedrico Tonino Conte, fondatore a Genova del Teatro della Tosse,architetto Honoris Causa e Commendatore della Repubblica, morto il 21 marzo scorso. Il “Sandokan” del palcoscenico, ambientato nella società italiana borghese dei primi del Novecento, è davvero un’assoluta novità.

II° suggerimento: “Martin Eden” di Jack London

Lo scrittore statunitense John Griffith London, conosciuto con il pseudonimo di Jack London, con alle spalle un passato rocambolesco e da autodidatta, ha saputo fare del suo amore per la lettura e la scrittura, unitamente all’esperienza di vita, un bagaglio prezioso, traducendo la sua passione in un prolifica produzione letteraria. Romanzi quali “Il richiamo della foresta”, “Zanna bianca”,”Il tallone di ferro“sono letture condivise da tutti noi bambini, giovani e meno giovani.

Biblioteca Regionale di Messina - "Se leggo scopro e... mi riscopro"

La Biblioteca Regionale invita a porre l’attenzione su “Martin Eden“. Il protagonista può considerarsi l’alter ego dell’autore ma, a pensarci bene, se amiamo il fantastico mondo dei libri, se anche noi lottiamo quotidianamente per affermare i diritti e i valori in cui crediamo, se vorremmo non esistessero differenze tra gli esseri umani, se le passioni e le delusioni fanno parte della nostra esperienza, anche noi potremmo rispecchiarci nell’avventura di Martin Eden e magari riscriverne il finale.

Il romanzo di Jack London, pubblicato nel 1909, nel 1979 appare sul piccolo schermo in forma di sceneggiato a puntate e, nel 2019, per la regia di Pietro Marcello, ottiene un clamoroso successo e un film pluripremiato in una libera trasposizione ambientata in Campania, nella società di fine secolo scorso.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x