La Lega si spacca sull'appoggio a Basile: revocato l'incarico alla commissaria Daniela Bruno - Tempostretto

La Lega si spacca sull’appoggio a Basile: revocato l’incarico alla commissaria Daniela Bruno

Marco Olivieri

La Lega si spacca sull’appoggio a Basile: revocato l’incarico alla commissaria Daniela Bruno

sabato 16 Aprile 2022 - 18:09

L'annuncio del sostegno al candidato sindaco di Sicilia Vera a Messina costa il "posto" alla commissaria Bruno

MESSINA – La Lega in subbuglio. La segreteria regionale interviene sul sostegno di Daniela Bruno al candidato Basile, in armonia con la posizione di Nino Germanà, mentre il partito a Palermo prende tempo. «Considerata l’attività svolta “in dissenso” alla linea indicata dal segretario regionale circa le elezioni amministrative che si terranno a Messina, con la presente si revoca l’incarico precedentemente affidato di “commissario per la provincia di Messina” con decorrenza immediata», si legge in una nota firmata dal segretario Nino Minardo (nella foto) e indirizzata a Daniela Bruno.

Da Tempostretto contattata, Daniela Bruno ha preferito rinviare ogni dichiarazione, precisando però che non si sente “affatto una vittima ma una donna libera e coraggiosa”.

La posizione di Germanà e Bruno per Basile

Prima il recente incontro a Roma di Cateno De Luca con Matteo Salvini e Nino Germanà. Poi, in queste ore, De Luca ha registrato un avvicinamento da parte dello stesso Germanà. Il deputato messinese ha accettato la proposta di rinunciare a candidarsi come sindaco e ufficializzato il sostegno a Basile, seguito dalla ormai ex commissaria provinciale Daniela Bruno.

«In quest’ultimo mese l’onorevole Germanà non ha mai trattato a titolo personale ma, al contrario, si è fatto portavoce del progetto politico che abbiamo condiviso, e cioè convergere sulla figura di Federico Basile quale candidato sindaco. Ai messinesi dico che devono starci accanto, devono sostenerci, perché costruiremo insieme una città, Messina, di cui essere orgogliosi», ha affermato in queste ore Bruno.

Minardo: “Non abbiamo deciso”

Il segretario Minardo ha precisato che la Lega – Prima l’Italia non ha ancora deciso: «Rispetto per la posizione di Nino Germanà e nessuna preclusione riguardo ai percorsi e alle scelte future. Il nostro partito, però, non ha ancora deciso e siamo impegnati in queste ore in un confronto interno che auspico possa molto presto portarci ad una decisione su Messina ampiamente condivisa».

Articoli correlati

Tag:

5 commenti

  1. Con tutto il rispetto per la Lega, ma quale percentuale dello 0,__ possiede Daniela Bruno a Messina se si escludono i voti di Germana’ ?
    Tutta fuffa e pubbirazzu !!!!!

    13
    5
  2. Premesso che Germanà non lo voterei nemmeno sotto tortura, la sua scelta è politica e l’unica fattibile. Croce non lo conosce nessuno a Messina e, con tutto l impegno possibile, risulterà peggio di Bramanti. De Luca si conferma grande stratega, un solo uomo ha messo in crisi il sistema politico messinese e, a breve, siciliano. Ha preparato il terreno, ha seminato trappole per ogni preda, in 3 mesi farà carne da macello…. Se vince a Messina, ed è probabile che sbaragli tutti al primo turno, alle regionali non si potrà fermare e ci sarà la fila per entrare nelle sue liste…già è ben oltre il quorum… L’operazione La Vardera vale 20 mila voti…. Ci ha già dimostrato alle scorse comunali, quando era solo, cosa è capace di fare… Oggi è diventato un partito ed ha costruito una classe dirigente… Vedremo… Mio malgrado vincerà ancora

    35
    13
  3. Secondo Voi ? i cittadini Messinesi appoggiano chi desiderano con molto libertà.
    Basta nomi noti desideriamo gente nuova. Non accettiamo ordini di nessun segretario altrimenti diventa dittatura in qualsiasi partito.
    Uno non può comandare e decidere da solo, che democrazia è ?
    Germanà, deciderà da solo chi appoggiare con i suoi elettori e sono tanti.

    8
    14
  4. Nino Minardi, ha fatto 2 su 2 in 2 ore.
    A Palermo decide per Scoma, e Scoma lo a confessa 2 ore dopo.
    A Messina, Germanà fa l’accordo e lui lo sconfessa due ore dopo.
    I big della Lega chiaramente non intendono seguire la guida di Minardi. Minardi si troverà sempre più solo… Altro che candidatura a presidente!

    1
    1
  5. Come sono dispiaciuto per la Bruno ma a proposito chi è, chi l’ha mai vista cosa ha fatto, chi rappresenta booo.

    1
    3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007