La polemica del lunedì: quanti "errori" ci sono nella foto? - Tempostretto

La polemica del lunedì: quanti “errori” ci sono nella foto?

Giuseppe Fontana

La polemica del lunedì: quanti “errori” ci sono nella foto?

lunedì 15 Novembre 2021 - 12:53

L'immondizia traboccante o l'auto parcheggiata ad angolo e davanti lo scivolo per disabili? Difficile scegliere cosa sia peggio

MESSINA – Guardate attentamente la foto. Quante “cose” sbagliate riuscite a vedere? A prima vista, a incuriosirci è stata la spazzatura. Uno dei pochi cestini pubblici che si riescono ormai a incrociare lungo le strade del centro ha superato da un pezzo la linea limite della propria capienza. L’immondizia trabocca, il cestino è un vulcano di spazzatura in piena eruzione. Un brutto biglietto da visita per Messina in una via, la XXIV Maggio, che vede spesso turisti passeggiare per andare o tornare dalla Chiesa di Montalto, o in cerca di monumenti da fotografare.

Peggio l’immondizia o l’auto davanti la rampa per disabili?

Dopo aver fatto “Clic”, abbiamo alzato lo sguardo. Non sappiamo di chi sia l’auto in sosta, che non solo occupa l’angolo ma blocca anche la rampa per disabili. Sappiamo soltanto che la foto è stata scattata intorno alle 9.30 e che due ore più tardi non c’era ancora traccia del padrone del mezzo. Tutto è rimasto così nell’arco di buona parte della mattinata. Speriamo che mentre vengono scritte queste righe il mezzo sia andato via, liberando il marciapiede.

Due facce della stessa inciviltà

Nel giro di un metro, o anche meno, si possono osservare due capolavori dell’inciviltà: da una parte l’immondizia traboccante, che va evidentemente rimossa da chi di competenza; dall’altra un’auto che riesce a compiere ben due infrazioni, una delle quali gravissima, che bloccherebbe l’accesso al marciapiede ai disabili in carrozzina. È un lunedì come un altro a Messina: oggi tocca a via XXIV maggio, domani purtroppo capiterà da un’altra parte finché qualcosa non cambi, soprattutto nella testa del cittadino.

Tag:

4 commenti

  1. Eh…manca il rispetto per tutto e tutti…………!

    5
    0
  2. Vorrei ravvisare un altro errore. Questa tipologia di cestino è chiamato gettacarte e non credo sia stato concepito per gettarci sacchetti colmi di monnezza.

    5
    0
  3. Sapete cosa ci vedo io? Mancanza di gente indignata, vigili, carro attrezzi e operatori ecologici. Questo scempio capita ogni giorno, ovunque per le strade della città, non occorre aspettare domani. Ho anche avuto il “piacere” oggi di conoscere uno dei parcheggiatori incivili sulle strisce pedonali che attraversano la linea del tram…non potendo passare con il passeggino ho aspettato e la gentile “signora” col macchinone invece di scusarsi mi ha etichettato come solo uno scaricatore di porto poteva fare… inutile farle capire il gesto… lei era posteggiata regolare! Ma quello che più mi ha turbato e’ che i molti presenti non hanno avuto l’ardire di riferire quello di cui si discuteva prima che arrivasse, poi ho capito il perché, dettomi a bassa voce da un signore : era una baraccota! Col macchinone… padrona della strada e libera di ingiuriare chiunque la disturbasse perché stressata… lei.. Non penso che tutti gli abitanti delle baracche siano come questa gentile signora, come non penso che gli abitanti delle ville siano migliori di quelli che vivono nelle baracche, ma penso che c’è una mentalità sbagliata e un’ educazione civile assente. La città la fanno i cittadini e con queste premesse cosa vogliamo sviscerare ancora da questa città? Pensate che la signora ai suoi figli (se ne ha o avrà) insegnerà il vivere civile e il rispetto del prossimo? E come lei quante ce ne sono? E come i soliti indifferenti quanti ce ne sono? Ecco con tutta questa gente avete creato Messina… il resto della brava gente è solo di passaggio

    1
    0
  4. Tre parole sconosciute a Messina:
    -Controlli
    -Rispetto civico
    – prevenzione.
    P. S. I carroattrezzi e i vigili si vedono solo quando c’è da “pulire” le strade dalle erbacce

    1
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007