Tito Boeri e Pietro Garibaldi presentano "Le riforme a costo zero" (Chiarelettere) - Tempostretto

Tito Boeri e Pietro Garibaldi presentano “Le riforme a costo zero” (Chiarelettere)

francesco musolino

Tito Boeri e Pietro Garibaldi presentano “Le riforme a costo zero” (Chiarelettere)

venerdì 04 Novembre 2011 - 16:19
Tito Boeri e Pietro Garibaldi presentano “Le riforme a costo zero” (Chiarelettere)

Il saggio edito da Chiarelettere per la Collana Reverse, pp. 176, euro 13

“Non ci sono i soldi per le riforme”: non è vero. Quello dei soldi è un falso problema. Esistono importantissime riforme che in quasi tutti i campi cruciali dell’economia possono essere realizzate “senza aumentare di un solo euro il debito pubblico”. Come dimostrano gli autori, in alcuni casi le proposte formulate potrebbero comportare una riduzione della spesa pubblica e contemporaneamente un aumento del tasso di crescita potenziale dell’economia. Un circolo virtuoso. Perché allora nulla cambia? Perché per sostenere interventi che alterano uno status quo consolidato e scontentano una parte necessario costruire un forte consenso e investire in “capitale politico”. Nuovi criteri di selezione e di scelta dei candidati possono garantire una rappresentanza all’altezza del compito che l’attende. Le resistenze ci sono, possono però essere rimosse. Le dieci proposte di questo libro lo dimostrano. Ma bisogna crederci.

PRETESTI

“Bisognerebbe creare un partito di giovani e anziani ‘uniti’ per la crescita, estendendo il metodo contributivo a tutti i lavoratori.”

“In Svezia le pensioni più ricche crescono in termini reali solo se l’economia cresce più dell’1,5 per cento all’anno… Un intervento che permetterebbe di ottenere risparmi sostanziali.”

“Imitiamo l’Austria, che ha esteso il diritto di voto a sedicenni e diciassettenni.”

“È opportuno ripensare radicalmente le nostre politiche dell’immigrazione, che devono essere differenziate per livello di istruzione.”

“Abbiamo un parlamentare ogni 60.000 abitanti, contro uno ogni 250.000 altrove.

Potremmo permetterci di avere solo 250 parlamentari, che vorrebbe dire una riduzione permanente dei costi di oltre cento milioni all’anno.”

“Una riforma a costo zero per le casse dello Stato è quella di introdurre la formazione tecnica universitaria sul modello delle scuole di specializzazione tedesche.”

“ Nel sistema bancario italiano le banche sono proprietarie delle società di gestione del risparmio dei clienti… La nostra proposta è quella di separare non solo la gestione ma anche la proprietà.”

“Il nostro è l’unico paese in cui le donne – sommando le ore di lavoro remunerato e quelle spese tra le mura – lavorano più degli uomini.”

“9312 persone ingiustamente escluse. È uno spreco di capitale umano ingente che davvero non possiamo permetterci.”

Sono gli effetti perversi dei test come sono oggi concepiti. Basterebbe permettere di accedere a una graduatoria nazionale e consentire di scegliere la sede.

Tito Boeri è professore di economia presso l’Università Bocconi di Milano, direttore scientifico della Fondazione Rodolfo Debenedetti e del Festival dell’Economia di Trento, fondatore del sito www.lavoce.

info e founding editor di www.voxeu.org. Coordina inoltre la rete di siti nata in Europa sulla scia di queste esperienze. È stato senior economist all’Ocse a Parigi e consulente di Banca mondiale, Commissione

europea, Fondo monetario internazionale e governo italiano. Ha pubblicato undici libri con Oxford University Press, MIT Press e Princeton University Press ed è autore di diversi saggi su riviste scientifiche internazionali. È editorialista de «la Repubblica». I suoi più recenti libri in italiano sono La classe dirigente, Università Bocconi Editore, Milano 2010 (con Antonio Merlo e Andrea Prat); La crisi non è uguale per tutti, Rizzoli, Milano 2009; Economia dei mercati del lavoro imperfetti, EGEA, Milano (con Jan van Ours).

Pietro Garibaldi è professore ordinario di economia politica all’Università degli Studi di Torino. Ha conseguito il Master of Science (1993) e il Phd (1996) alla London School of Economics, e ha iniziato la sua carriera negli Stati Uniti, a Washington, dove ha lavorato per tre anni come economista nel dipartimento di ricerca del Fondo Monetario Internazionale. Tornato in Italia nel 1999, è diventato professore associato all’Università Bocconi. Alla Bocconi e alla Fondazione Rodolfo Debenedetti si devono il lungo legame di lavoro e di amicizia con Tito Boeri con cui ha fondato lavoce.info nel luglio 2002. Nel 2004 e 2005 è stato consulente economico del ministro dell’Economia e delle Finanze. Dal 2006 è direttore del Collegio Carlo Alberto, un’istituzione fondata dall’Università di Torino e dalla Compagnia di San Paolo. Dal 2007 è consigliere di sorveglianza e membro del comitato di controllo di Intesa San Paolo. Collabora con le principali istituzioni finanziarie ed è autore di più di venti pubblicazioni scientifiche internazionali. Con Tito Boeri

ha pubblicato il saggio Un nuovo contratto per tutti, Chiarelettere, Milano 2008.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007