Milazzo: "remuntada" per arrivare in finale - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Milazzo: “remuntada” per arrivare in finale

Milazzo: “remuntada” per arrivare in finale

sabato 28 Maggio 2011 - 13:15
Milazzo: “remuntada” per arrivare in finale

Dopo il 2-0 di Avellino agli uomini di Venuto non resta che vincere con due gol di scarto. In palio la finale play-off per centrare il salto in Prima Divisione. Venuto mischia le carte

Mare? No, grazie. Tifosi e ultras milazzesi declinano gentilmente l’invito offerto dal bel tempo e decidono di assistere in massa alla partita che può valere una stagione. Milazzo e Avellino si affronteranno, domani alle 16, davanti ad un “Grotta Polifemo” strapieno. La sconfitta per 2-0 ad Avellino non ha smorzato l’entusiasmo per la squadra rossoblù. E naturalmente ha dato un grosso impulso alla tifoseria avellinese. Gli ospiti avevano chiesto di poter giocare al San Filippo. La Lega, per fortuna, ha risposto picche.

Tornando al campo Vullo e Venuto cambieranno qualcosa rispetto ai ventidue scesi in campo domenica scorsa. Il tecnico irpino potrà disporre del ritorno di Ricci in difesa e dovrebbe proporre dal primo minuto Scandurra, autore del secondo gol a pochi secondi dall’ingresso in campo. Quasi una rivoluzione, invece, in casa Milazzo. Venuto lascerà fuori molto probabilmente Maccarrone e Benci, autori di una prova non trascendentale in terra campana. Al loro posto dentro Di Fatta e uno tra Cucinotta e N’Ze. Per il posto da terzino dentro l’ex Primavera messinese se il ghanese non recupererà dal fastidio al ginocchio. Cambio anche davanti, dove Ricciardo sembra essere preferito a Fiore. Altri due i dubbi: il primo riguarda l’utilizzo di Proietti, entrato a gara in corso all’andata e autore di una buona prestazione, che cercherà di insidiare Quintoni e D’Amico per una maglia da titolare. Il secondo, invece, è il modulo da utilizzare: 4-2-3-1 o 4-4-2?

Milazzo più spregiudicato, dunque, per provare a ribaltare il risultato dell’andata. In campionato finì proprio 2-0, con la doppietta di un ispiratissimo Lasagna, che andò a segno due volte in due minuti, tra il sedicesimo e il diciottesimo. In fatto di rimonte il Milazzo può vantarne anche una. Stagione 2008/2009, Coppa Italia Eccellenza. Ad Enna i mamertini perdono due a zero. Al ritorno, però, non ce n’è per nessuno. 3-0 secco (nonostante l’espulsione di Orioles), e Milazzo avanti. Certo, altre annate, altri discorsi. Ma nel DNA rossoblù c’è sempre la voglia di non mollare mai.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007