Il Tdl lascia ai domiciliari i due studenti accusati di violenza sessuale - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Il Tdl lascia ai domiciliari i due studenti accusati di violenza sessuale

Redazione

Il Tdl lascia ai domiciliari i due studenti accusati di violenza sessuale

sabato 23 Febbraio 2013 - 14:17
Il Tdl lascia ai domiciliari i due studenti accusati di violenza sessuale

I giudici del Riesame hanno confermato lamisura della "permanenza in casa" per i due studenti sedicenni dell'Archimede arrestaticon l'accusa di violenza sessuale su una compagna. Secono il Tdl c'è il rischio di reiterazione del reato. Gli avvocati dei ragazzi presenteranno ricorso in Cassazione.

E’ una brutta storia di molestie fra adolescenti e di forti pressioni psicologiche. Una storia che nelle settimane scorse ha portato all’arresto due sedicenni studenti del Liceo Scientifico Archimede accusati di violenza sessuale su una compagna. Ieri il Tribunale della Libertà ha confermato per i due ragazzi la misura della “permanenza in casa” l’equivalente degli arresti domiciliari per i minori. Secondo i giudici dunque sussistono le esigenze cautelari che avevano indotto il gip Michele Saya a firmare il provvedimento richiesto dal sostituto procuratore per i Minori, Giuseppina Latella. Evidentemente i giudici temono che i due ragazzi possano reiterare quella condotta che li ha portati all’arresto da parte dei Carabinieri. La situazione era precipitata nella settimana fra il 7 ed il 14 gennaio e due giorni, dopo, accompagnata dai genitori, la ragazzina ha denunciato tutto ai Carabinieri della Compagnia Messina Sud. Il racconto svela più episodi in cui i due studenti, sia all’interno che all’esterno della scuola, l’avrebbero palpeggiato, minacciato, spintonato. In un’occasione uno dei due ragazzi, incontrandola nel corridoio dell’istituto, l’avrebbe spinta fino all’interno del bagno dei maschi rivolgendole frasi volgari e minacciose. In classe le avrebbero toccato il senno e le avrebbero intimato di compiere atti sessuali con loro. Ci sarebbe poi un episodio, raccontato sempre dalla studentessa, in cui uno dei due ragazzi si sarebbe spogliato davanti a lei e dopo essersi rialzato i pantaloni l’avrebbe costretta a toccargli le parti intime. I legali dei due ragazzi, gli avvocati Rina Frisenda ed Anna Scarcella, presenteranno ricorso in Cassazione contro la decisione del Tribunale del Riesame.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

2 commenti

  1. RAGAZZI,
    STATE TRANQUILLI TANTO NON VI SUCCEDERA’ NULLA!
    SIETE DEI PICCOLI DELINQUENTELLI?
    NON C’E’ PROBLEMA, LA LEGGE NON VI FARA’ UN BEL NIENTE!
    RIMANETE PURE COMODAMENTE A CASA CON PAPA’ E MAMMA TANTO UN AVVOCATO, IN UN MODO OD UN ALTRO SI PAGA E QUESTI, CON QUALCHE CAVILLO, VI TIRERA’ FUORI DAI GUAI.
    BELLO VERO?
    LA COSA PEGGIORE E’ VEDERE COMMENTI SU TUTTO: POLITICA, GOSSIP, PONTI, ECC., MA NIENTE SU UN FATTO DEL GENERE.
    OMERTA’ GENTE, OMERTA’!

    0
    0
  2. Diciamo che lei ha commentato solo adesso!

    Si vada a leggere i commenti di indignazione quando e’ uscito
    l’articolo!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007