Arriva a Messina "Azov", nave della Marina Militare russa - Tempostretto

Arriva a Messina “Azov”, nave della Marina Militare russa

Arriva a Messina “Azov”, nave della Marina Militare russa

mercoledì 10 Aprile 2013 - 12:07

Il 24 aprile verrà intitolato ai "Marinai russi" il largo tra viale Boccetta e via Vittorio Emanuele. L'evento è una nuova testimonianza del legame con la città, risalente ai soccorsi che la popolazione messinese ricevette dalla Divisione navale orientale della Flotta russa, dopo le tragiche ore del terremoto del 28 dicembre 1908

Ormeggerà nel porto di Messina la nave della Marina militare Russa, Azov, che giungerà in Sicilia il 23 aprile per partecipare alla cerimonia di mercoledì 24 aprile per l’intitolazione ai “Marinai russi” del largo tra viale Boccetta e via Vittorio Emanuele, dinanzi al monumento recentemente realizzato dal Centro per la Gloria nazionale di Russia e la Fondazione Sant’Andrea di Mosca.

L’evento è una nuova testimonianza del legame con la città, risalente ai soccorsi che la popolazione messinese ricevette dalla Divisione navale orientale della Flotta russa, dopo le tragiche ore del terremoto del 28 dicembre 1908.

Il Console generale russo, Vladimir Korotkov, si è incontrato ieri con il presidente della Provincia, Nanni Ricevuto, avendo poi una riunione operativa con i rappresentanti delle Istituzioni interessate all’evento ed i tecnici di Palazzo Zanca e di Palazzo dei Leoni.

Nel corso della cerimonia del 24 aprile verrà anche scoperto il busto dell’ammiraglio della flotta del mar Baltico, Fyodor Ushakov, (1745-1817), che fu comandante della squadra navale russa, a cui appartenevano anche gli equipaggi delle navi che all’indomani del sisma del 1908 giunsero a Messina. Gli incrociatori “Makaroff” e “Bogatyr”; le corazzate “Slava” e “Tzésarévitch”, le cannoniere Giljak e Koreec e il vascello di linea della flotta del Baltico “Gloria”, trasportarono feriti e superstiti da Messina a Napoli.

Con l’equipaggio della nave Azov, vi sarà anche la banda della Marina russa che si esibirà lungo la via Garibaldi, prima dell’evento commemorativo. La Azov, che torna a Messina dopo aver partecipato nel 2006 alle commemorazioni per la posa della lapide commemorativa dell’intervento umanitario dei marinai della Flotta imperiale russa, nel viale di collegamento allo svincolo autostradale di Messina Centro, ha un dislocamento di 9800 tonnellate appartiene alla classe inizialmente conosciuta come Black-Com-1, poi Krasina ed in ultimo come Slava, entrò in servizio nel 1983 ed è lunga 186 metri. L’Azov è al comando del capitano di fregata, Oleg Maltzev. Dopo l’arrivo dell’unità, sono previste nella mattinata le visite protocollari che saranno curate dal Comando del Distaccamento Marina militare di Messina.

Tag:

3 commenti

  1. Un appello : per favore, NON e ripeto NON mostrate, all’equipaggio, tessere del partito comunista italiano, o peggio di FEDERAZIONE COMUNISTA oppure di Lotta Continua quando vi troverete a bordo dell’unità russa, in visita.
    Cercate di non rendervi inutilmente ridicoli. Non siamo piu’ negli anni 1970.
    Grazie.

    0
    0
  2. liliana parisi 11 Aprile 2013 09:08

    Se si intitolerà ai Marinai Russi il largo tra viale Boccetta e via Vittorio Emanuele(cosa che appare opportuna, a causa della presenza del monumento),immagino che verrà meno l’intitolazione ai medesimi Marinai della prima parte di via Camaro(intitolazione dell’11 febbraio 2006). Ed è auspicabile che nelle intitolazioni si proceda con più attenzione

    0
    0
  3. La banda ci vuole…i pagliacci l porta il comune

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007