"Mediterranei invisibili", un viaggio alla scoperta della Valle del Nisi - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

“Mediterranei invisibili”, un viaggio alla scoperta della Valle del Nisi

Gianluca Santisi

“Mediterranei invisibili”, un viaggio alla scoperta della Valle del Nisi

giovedì 17 Settembre 2020 - 14:36
“Mediterranei invisibili”, un viaggio alla scoperta della Valle del Nisi

Il progetto, giunto alla terza edizione, fa tappa nella riviera jonica messinese. Oggi tavola rotonda a Roccalumera, domani giornata ricca di escursioni

ROCCALUMERA – Fa tappa nella riviera ionico il progetto “Mediterranei Invisibili – Viaggio sullo Stretto”, ideato da Alfonso Femia e prodotto da 500×100, con Marco Predari e Giorgio Tartaro, per indagare i luoghi fuori dai circuiti da “cartolina” e raccontarne le storie inaspettate.

Nelle precedenti edizioni, il percorso ha toccato città e borghi: nel 2018 Reggio Calabria, l’area Grecanica con Amendolea e Gallicianò, Filanda Cogliandro, Costa Viola; nel 2019 Rosarno in Calabria, Scilla, Gerace e Messina, con le sue fortificazioni e la fondazione Horcinus in Sicilia. La terza edizione di “Viaggio sullo Stretto” indaga aspetti sempre più celati, attraverso un tour a tappe con partenza dalla Sicilia e, in particolare, da Roccalumera, centro con un passato manifatturiero legato alla lavorazione del baco da seta e luogo di elezione di Salvatore Quasimodo. Alle 19 di oggi è previsto un dibattito all’Antica Filanda.

Domani, 18 settembre, il tema sarà quello della “Rigenerazione urbana costa Ionica: la Valle del Nisi” con numerose visite. Tappe sono previste alle antiche Terme Granata-Cassibile, edificio abbandonato collocato a ridosso di una delle spiagge più belle dello Ionio; alla batteria militare Margottini, sede di una postazione militare della seconda guerra mondiale (contraerea e navale) a presidio della estremità meridionale dello Stretto di Messina; al borgo di Alì, splendido balcone sul mar Ionio; all’antica città di Fiumedinisi, legata a un passato di sfruttamento delle risorse minerarie; al Castello Belvedere, presidio militare di origine medievale; al sorprendente Parco La Rocca di Buticari, con le sue testimonianze artistiche che trasformano il paesaggio in opera d’arte (nella foto). Il viaggio “siciliano” si concluderà al Castello D’Alcontres, singolare residenza forticata ne centro storico di Nizza di Sicilia.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x