Messina, dipendenti Atm donano panettoni e altro cibo alla mensa di Cristo Re - Tempostretto

Messina, dipendenti Atm donano panettoni e altro cibo alla mensa di Cristo Re

Redazione

Messina, dipendenti Atm donano panettoni e altro cibo alla mensa di Cristo Re

venerdì 24 Dicembre 2021 - 11:00

Su iniziativa dei direttivi aziendali sindacali Cgil e Uil, i dipendenti di Atm hanno donato i panettoni ricevuti dall'azienda, più svariati generi di prima necessità, ai più bisognosi alla mensa del povero di Cristo Re

MESSINA – I lavoratori del’Azienda Trasporti Messina hanno deciso di donare in beneficenza i panettoni natalizi che l’azienda ha consegnato ai dipendenti, il pensiero verso i più bisognosi dei dipendenti Atm di Cgil e Uil.

L’iniziativa è dei direttivi aziendali sindacali di Cgil e Uil che, in questa vigilia di Natale, si sono recati presso la mensa del povero di Cristo Re, donando i propri panettoni Natalizi che l’azienda annualmente distribuisce ai lavoratori, a cui hanno aggiunto svariati generi di prima necessità affinché giungessero alle famiglie dei bisognosi.

Il messaggio dei sindacati

“L’attività benefica portata avanti da padre Claudio, come esempio di tutto il grande mondo di volontariato messinese, è oggi più che mai importante – dischiarano i rappresentanti dei direttivi sindacali Atm di Filt Cgil e Uiltrasporti – specie nei tempi odierni in cui la pandemia ha reso i poveri sempre più poveri.

Al di là delle amarezze per un clima aziendale sempre più teso e a pochi giorni dallo sciopero – concludono i rappresentanti sindacali -, abbiamo ben presente la ricchezza che ci deriva dalla certezza di un posto di lavoro che onoriamo quotidianamente col massimo impegno e per questo riteniamo opportuno pensare ai bisognosi e ai meno fortunati con un piccolo gesto che rendiamo pubblico nell’auspicio che sia spunto di riflessione per coloro che, dal proprio ruolo di responsabilità, possono fare molto di più per chi ha bisogno”.

Il ringraziamento di “Cristo Re”

Il direttore dell’Istituto dei Padri Rogazionisti di Cristo Re ci ha tenuto a ringraziare pubblicamente i dipendenti Atm per il gesto, rilasciando una lettera in cui ringrazia per il gentile pensiero, semplice e genuino, che però aiuta i bambini e i poveri della mensa a non sentirsi soli. L’Antoniano Cristo Re arriva ogni giorno, 365 giorni all’anno, a distribuire fino a 200 pasti caldi ai poveri e senza fissa dimora di Messina e provincia.

“Ho ricevuto una gran quantità di alimenti e panettoni per la nostra Mensa del povero dell’Antoniano Cristo Re: frutto del vostro sacrificio e della vostra carità. So che questi alimenti sono stati raccolti per i nostri poveri e per i nostri bambini. Sono questi, festi semplici e genuini che aiutano i nostri bambini e i nostri poveri della mensa a non sentirsi soli e soprattutto a sentirsi amati da un mondo dove a volte sembrano estranei.

Il vostro gentile gesto d’affetto, in questo periodo in cui tutti ci sforziamo di superare la pandemia e soprattutto in questo clima di Natale certamente li aiuterà anche a superare i dolori e le sofferenze del cuore. Voglio, pertanto, ringraziarvi per averci scelto e per aver devoluto la vostra carità, ai nostri piccoli e ai nostri poveri.

I bambini e i ragazzi che ospitiamo nelle nostre quattro comunità educative e i nostri ospiti della Mensa sono per la maggior parte “figli di nessuno” e il vostro gesto servirà certamente a farli sentire “amati”. Nel ringraziarvi ancora di cuore, assicuriamo la nostra preghiera e quella dei nostri bambini dell’Antoniano Cristo Re di Messina. Il Bambino Gesù che sta per nascere riempi il vostro cuore e la vostra casa della sua pace”.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007