Messina. Diritti dei rider, la Cgil attiva uno sportello per assistenza e tutele - Tempostretto

Messina. Diritti dei rider, la Cgil attiva uno sportello per assistenza e tutele

Redazione

Messina. Diritti dei rider, la Cgil attiva uno sportello per assistenza e tutele

venerdì 04 Marzo 2022 - 18:59

Per i lavoratori del delivery le condizioni salariali sono peggiori a fronte di ritmi di lavoro più serrati

MESSINA – “Uno sportello che oltre ad offrire assistenza e tutele sindacali vuole essere un punto di riferimento per le tante necessità della realtà lavorativa dei rider”, così il segretario generale della Cgil Messina Giovanni Mastroeni e il segretario generale della Filt di Messina Carmelo Garufi sullo Sportello Rider attivo nella sede della Cgil Messina di via Peculio Frumentario. La Cgil in questi anni ha presentato una piattaforma per i lavoratori impegnati nell’attività di consegne a domicilio, accendendo i riflettori sulle condizioni di lavoro e avviando una forte iniziativa di mobilitazione per rivendicare diritti anche per i lavoratori di questo settore.

Le rivendicazioni della Cgil sui contratti dei rider

Tra questi quello del riconoscimento delle tutele del lavoro subordinato. La Cgil, la categoria dei trasporti Filt e Nidil chiedono, tra le rivendicazioni, di estendere la piena applicazione del Ccnl logistica, trasporto, merci e spedizioni a tutte le lavoratrici e i lavoratori del settore per garantire tutele che ad oggi non sono riconosciute a tutti i lavoratori (a livello nazionale a circa 4000 sui 60.000 totali) e di una sola azienda sulle quattro principali attualmente attive, di combattere lavoro nero e sfruttamento. La Cgil Messina, con le categorie che rappresentano i lavoratori del delivery è impegnata in un’azione di monitoraggio a livello territoriale dove le condizioni salariali sono peggiori a fronte di ritmi di lavoro più serrati e su questo svilupperà un’iniziativa sindacale e di forte vigilanza sulle aziende locali che non si adeguano al contratto collettivo nazionale di lavoro.

Garufi: “Tutelare i lavoratori messinesi”

Tra le altre richieste che vedono impegnato il sindacato anche quella dell’aumento del monte ore a chi lavora part-time, portando i contratti da 10 ore settimanali a un minimo di 24 in modo che a tutti possa essere garantito uno stipendio mensile più idoneo e quella per la transizione verso un sistema di mezzi aziendali. “Vogliamo costruire – evidenzia il segretario della Filt, Garufi – un importante percorso di tutela in una realtà che vede impiegati diversi lavoratori anche nel territorio messinese”. L’attività di consulenza, informazione, assistenza dello sportello si svolge il martedì e il giovedì dalle 10 alle 14 e il venerdì dalle 16 alle 18 nella sede Cgil di Messina. “Intendiamo – fa presente il coordinatore dello sportello Ivan Calì – rendere questo sportello uno strumento in mano ai lavoratori stessi, che sia anche un luogo di formazione verso una nuova cultura del lavoro”.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007