Messina. "Keramos", "Mutazione genetica" e "Fiori", s'inaugurano tre mostre d'arte - Tempostretto

Messina. “Keramos”, “Mutazione genetica” e “Fiori”, s’inaugurano tre mostre d’arte

Redazione

Messina. “Keramos”, “Mutazione genetica” e “Fiori”, s’inaugurano tre mostre d’arte

sabato 28 Maggio 2022 - 08:43

Alla Galleria Spazioquattro "Keramos" dell'artista ceramista Cecilia Caccamo, all'Exante Galleria "Mutazione genetica" del collettivo Gas e alla galleria Vega "Fiori" di Mauro Drudi

MESSINA – Nel fine settimana, oggi sabato 28 maggio, a Messina saranno inaugurate tre mostre. Keramos, dalle ore 17 alla Galleria Spazioquattro, mostra dell’artista ceramista Cecilia Caccamo; Mutazione genetica, dalle ore 18:30 presso l’Exante Galleria il Gas, collettivo d’arte indipendente, invita gli spettatori a recarsi ad una mostra unica; Fiori, di Mauro Drudi alla Galleria d’Arte Vega.

Keramos

Sabato 28 maggio, a partire dalle ore 17 e fino alle ore 20 presso la Galleria Spazioquattro, avrà luogo l’inaugurazione della mostra “Keramos, la terra e il colore” dell’artista ceramista Cecilia Caccamo a cura di Mariateresa Zagone. La mostra sarà visitabile fino a 3 giugno tutti i pomeriggi ad esclusione della domenica dalle ore 17 alle ore 20.

La mostra, incentrata sulla collezione Engobbi, è un viaggio nel mito, negli archetipi collettivi che esso sottende, nella lussureggiante natura del Mediterraneo e dell’Africa. Si tratta di un’arte primitiva fatta di spesse linee nere dentro le quali il colore privo di sfumature esplode di luce.

Il mondo poetico di Cecilia si nutre di una fantasia che richiama l’ingenuità infantile e la fiaba, come pure delle esperienze e del mondo classico respirati in famiglia. Sono opere di sogno tradotte in uno stile elementare articolato interamente sul primo piano in cui manca lo spazio per il volume e per la profondità, pervase da un senso di incanto näif. Gli engobbi sono un omaggio alla Sicilia e al Mediterraneo e seducono, soprattutto, per il loro sguardo candido sul mondo.

Mutazione genetica

Da Brindisi a Gas l’arte viaggia: artisti di calibro internazionale ospiti presso Exante Galleria sabato 28 maggio ore 18:30. Sotto le parole tramite le quali Gas collettivo d’arte indipendente invita gli spettatori a recarsi ad una mostra unica. Exante ospita ancora una volta un evento imperdibile presso la sua galleria.

“Mutazione Genetica: ieri, oggi, domani, la figura nell’arte ritrova ciò che ha smarrito, e muta. In essa fa salva la casa delle sue paure, ne riconosce il volto, come fossero suoi cari, che l’hanno accompagnata lungo una vita intera e che, infine, ha dovuto abbandonare per viverla davvero. Percepisce quasi un tenero affetto, una nostalgica sensazione di mancanza per la familiare stretta al ventre che ciascuna di esse, in modo unico, gli procurava facendola sentire viva.

La figura compie dunque un percorso in solitaria. Parte da pagliuzza lucente ed accumula polvere ed esperienze; crescendo su se stessa raccoglie fango, e scorie, si nutre di solitudini spaventose che ne opacizzano il fulgore, si esalta in altre profonde, riflessive, altissime, si specchia in flussi di emozioni nel tempo condivise, ora limpidi corsi cristallini, ora paludi di grettezza che la invischiano, restituendole un’immagine abbrutita dal dolore, dallo sconforto, dalla disillusione. Ma ciascuna di queste volute in cui precipita e s’innalza ne fanno corteccia, spessore, forza. In questa piccola analisi abbiamo voluto mettere a confronto varie tecniche e linguaggi figurativi partendo da Remo Brindisi per poi procedere con Stefano Gentile, Sabrina Di Felice, DEF, Roberta Dallara, Alessandro Follo, Gimaka, Sadif e tanti altri artisti internazionali che saranno in visione allo spazio”.

Fiori

Inaugurazione alle ore 18 alla Galleria d’Arte Vega con i dipinti recenti di Mauro Druidi. Domenica 29 maggio, alle ore 18, sempre presso la sede della gallaria in via XXIV Maggio il maestro eseguirà dal vivo una performance pittorica. Le circa 40 opere che saranno presentate saranno in esposizione fino al 24 luglio.

Mauro Drudi nasce a Cattolica, sulla riviera adriatica, nel dicembre del 1963. Di madre pittrice e padre commerciante, smette di dipingere a olio a 7 anni, smette di fare grafica pubblicitaria a 15, smette di correre in moto a 20, di studiare a 21. Cerca di inquadrarsi in una vita “nella norma”, ma di lì a poco la sua vena artistica ha il sopravvento. Significative le sue riflessioni sulla condizione della donna con il progetto “LEI” che lo portano a organizzare diverse personali in giro per l’Europa.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007