Messina. Scarti di carne in contenitori non a norma e ricotta senza tracciabilità - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina. Scarti di carne in contenitori non a norma e ricotta senza tracciabilità

Redazione

Messina. Scarti di carne in contenitori non a norma e ricotta senza tracciabilità

sabato 30 Gennaio 2021 - 09:56
Messina. Scarti di carne in contenitori non a norma e ricotta senza tracciabilità

Sanzioni in due medie e grandi strutture di vendita

La Polizia Municipale, sezione commerciale coordinata dall’ispettore Giuseppe Cifalà, ha accertato irregolarità in due attività commerciali, medie e grandi strutture di vendita.

Nella prima, procedure irregolari per la rimozione degli scarti animali in macelleria, che venivano accumulati in contenitori non a norma invece di essere subito rimossi. Elevata una corposa sanzione, i vigili hanno diffidato l’esercente a regolarizzare il laboratorio, che sarà nuovamente verificato nei prossimi giorni.

Nella seconda attività, invece, nel deposito alimentare, c’era ricotta al forno priva della documentazione sulla provenienza e la data di confezionamento. Il prodotto è stato avviato a smaltimento, l’esercente sanzionato.

Tag:

6 commenti

  1. Ma lasciateli lavorare….De Luca li hai sguinzagliati troppo…..Non puoi fare cassa con i padri di Famiglia…..Era meglio ai tempi di Accorinti….

    3
    32
    1. I padri di famiglia commercianti devono rispettare i padri di famiglia che acquistano con i soldi che guadagnano lavorando onestamente. Qualsiasi scusa è buona per attaccare il Sindaco.

      1
      0
  2. Questi controlli io non li ricordo mai con i predecessori di De Luca, evidentemente col tibetano e il grande Genovese i vigili erano imboscati, quindi merito a De Luca se sulle tavole dei messinesi arrivano un po’di schifezze in meno.

    26
    6
  3. A Messina ci sono troppi abusivi, e chi è in regola difficilmente rispetta le regole di base del suo lavoro. Vorrei vedere quanti sono i commercianti che prima di riaprile lunedì stanno facendo pulizie e sanificazione dei locali.

    19
    0
  4. Adesso non riusciamo a sapere nemmeno la zona dove sono ubicati .
    E se tutto questo fosse una SCENEGGIATA

    1
    6
  5. arsenio vavassori 31 Gennaio 2021 11:04

    Rispondendo al sign. Daniele, gli ricordo che siamo nel 2021 e non nel 900: i controlli PER LA NOSTRA SALUTE sono aumentati e quindi fanno bene a sanzionarli; altrimenti non ci lamentiamo che becchiamo la salmonella oppure qualche altra malattia perche’ dobbiamo mangiare la ricotta di chi non so che l’ha fatta e quando l’ha fatta. Una cosa sbagliano: devono fare i nomi dei locali in modo che la gente si dia una regolata saluti

    1
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x