Contatore Enel falso e allaccio abusivo: messinese in manette - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Contatore Enel falso e allaccio abusivo: messinese in manette

Contatore Enel falso e allaccio abusivo: messinese in manette

venerdì 26 Giugno 2015 - 09:39
Contatore Enel falso e allaccio abusivo: messinese in manette

Il "lavoretto" era stato effettuato nella parete esterna della casa accanto, in modo tale da nascondere il tratto in cui la corrente veniva abusivamente presa.

Ad insospettire i militari era stata un’anomalia del contatore della corrente elettrica, che non riportava sul display le informazioni previste. E’ stato arrestato con l’accusa di furto aggravato di energia elettrica Nunzio Di Stefano, messinese di 45 anni, già noto alle Forze dell’ordine.
Ad intervenire sono stati i carabinieri della Compagnia Messina Sud insieme ad una squadra di tecnici ENEL. Dai controlli, è emerso come Di Stefano avesse messo in piedi un ingegnoso allaccio abusivo alla linea pubblica, servendosi di cavi murati sottotraccia. Il “lavoretto” era stato effettuato nella parete esterna della casa accanto, in modo tale da nascondere il tratto in cui la corrente veniva abusivamente presa attraverso dei morsetti e poi fatta incanalare nella sua abitazione. Il tutto, poi, era nascosto ancor meglio da una cassetta elettrica aperta, nella quale si vedevano dei cavi ENEL perfettamente integri.
Altro trucco anche per il contatore, che peraltro è risultato dismesso nonché già utilizzato per la fornitura a nome di un altro utente.
Di Stefano l’aveva installato ad arte con la funzione di semplice interruttore, anche questo per eludere eventuali controlli. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria adesso l’uomo è ai domiciliari in attesa del direttissimo.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

2 commenti

  1. I FILI ELETTRICI HANNO BEVUTO UN PAIO DI BICCHIERI DI VINO ZIBIBBO AVENDO AVUTO LA VISTA ANNEBBIATA HANNO SBAGLIATO LA CORSIA DI ENTRATA. CHE VOLETE LA COLPA E’ DEL VINO ZIBIBBO CHE E’ IL MIGLIORE DEL MONDO E DI BACCO.

    0
    0
  2. I FILI ELETTRICI HANNO BEVUTO UN PAIO DI BICCHIERI DI VINO ZIBIBBO AVENDO AVUTO LA VISTA ANNEBBIATA HANNO SBAGLIATO LA CORSIA DI ENTRATA. CHE VOLETE LA COLPA E’ DEL VINO ZIBIBBO CHE E’ IL MIGLIORE DEL MONDO E DI BACCO.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x