Messina. Tempi lunghi per le rampe Giostra - Annunziata, servono interventi “seri” - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina. Tempi lunghi per le rampe Giostra – Annunziata, servono interventi “seri”

Marco Ipsale

Messina. Tempi lunghi per le rampe Giostra – Annunziata, servono interventi “seri”

lunedì 07 Settembre 2020 - 11:11
Messina. Tempi lunghi per le rampe Giostra – Annunziata, servono interventi “seri”

Ennesimo rinvio per l'apertura delle rampe di collegamento con la galleria San Jachiddu. Servono interventi molto più seri del previsto

Collaudate nel 2009 e rimaste sempre chiuse. Il 2020 sembrava l’anno buono per l’apertura delle due rampe di collegamento tra lo svincolo di Giostra e la galleria San Jachiddu, invece bisognerà aspettare ancora e non si sa neanche quanto.

Se n’è parlato oggi in Commissione Viabilità, dove il dirigente comunale Antonio Amato ha fatto il punto. “Abbiamo avuto disposizione per la riapertura nello scorso febbraio – ha detto – ma dalla prima analisi visiva abbiamo ritenuto opportuno approfondire la situazione al di sotto dell’infrastruttura, affidando un’ispezione alla ditta specializzata che a suo tempo aveva fornito gli appoggi. Da qui sono emersi problemi più seri, che richiedono interventi straordinari. A marzo è arrivato lo stop per la pandemia, a maggio abbiamo richiamato la ditta e ora stiamo completando questo excursus”.

Da maggio a settembre, però, sono passati altri quattro mesi. Cos’è successo nel frattempo e a che punto siamo? “E’ necessario uno studio da affidare a uno specialista per capire che tipi di interventi servono, ancora non lo sappiamo esattamente – ha risposto Amato -. Stiamo per affrontare questo step per poi avere le idee chiare”.

Il chiarimento da parte dell’assessore ai lavori pubblici, Salvatore Mondello: “Abbiamo acquisito una prima relazione da parte della ditta che aveva realizzato gli appoggi, tutto è stato confermato, anzi ampliato, da parte di un professionista terzo. Ora desideriamo avere un parere da parte dell’Università di Messina. A brevissimo, spero entro dieci giorni, avremo risultanze consolidate”.

Ma cosa emerge dai primi studi? “Che servono lavori più seri rispetto a quello che si pensava – risponde Mondello – e quindi tempi più lunghi. Grazie al dl semplificazioni, speriamo di affidare in breve il progetto, appaltare e realizzare i lavori, abbiamo già individuato la fonte di finanziamento”. Ma è chiaro che si parla di mesi, nella migliore delle ipotesi, se non di un anno.

La domanda arriva dal presidente di commissione, Libero Gioveni. “E’ normale che un’opera collaudata da 10 anni e mai usata abbia già dei problemi seri che ne impediscano l’utilizzo?”. “Quando ho letto il collaudo mi sono incuriosito – dice Mondello -. Si farà un percorso per accertare eventuali responsabilità ed eventualmente procedere per ipotetiche manchevolezze progettuali e di collaudo. C’è un filone che si sta muovendo in un’altra direzione, abbiamo dato mandato al Dipartimento di inviare le carte a chi di dovere”.

(Marco Ipsale)

Articoli correlati

Tag:

17 commenti

  1. Non c’è da meravigliarsi, cambiano i nomi dei politicanti, ma l’incapacità rimane uguale, forse è nel DNA dei messinesi

    11
    0
  2. Perchè in tutti questi anni nessuna amministrazione ha affrontato il problema ? Troppo spinoso ?

    8
    1
  3. Nessun politico sente oggi la necessità di richiamare il popolo siciliano e messinese alla rivolta per la cattiva burocrazia, la sanità e gli sprechi dei quali siamo capaci?

    10
    1
  4. Ancora c’è tempo…piano…piano…

    6
    0
  5. ANTONIO BARBERA 7 Settembre 2020 13:18

    Nel frattempo avete perso solo tempo , sperate che questa Amministrazione Comunale finisca presto per lasciare il pallino ad altri . Dopo tre anni la discarica d’inerti di via Taormina quando verrà eliminata ?

    4
    0
  6. Ma il Consigliere Gioveni nelle passate amministrazioni cosa faceva?
    Non mi sembra che sia cosi’ novello all’ interno delle amministrazioni politiche comunali

    5
    1
  7. una vergogna senza ancora un finale

    3
    0
  8. Semplice…c’era il direttore dei lavori? Non poteva non esserci. Nei confronti di questa persona, in quanto responsabile in primis, si usi la legge per fargli pagare tutti gli inadempimenti accertati e senza cercare altri capri espiatori. Basta con lo scarica barile per cui nessuno è mai responsabile di nulla!

    7
    0
  9. Inaugurati nel 2009 mai utilizzati è già con problemi seri!
    Ma in galera non ci va mai nessuno?

    5
    0
  10. …”ci” accontentiamo di un bla bla bla…..dopo anni.

    2
    0
  11. Ma qualcuno che mesi fa asseriva che a settembre sarebbero state aperte…cosa aspetta a dimettersi?
    Da poche settimane…passiamo ad anni.
    Fino ad oggi dove erano i vari esperti e laureati vari?
    Per non parlare di tecnici ex vice sindaco.
    La Prefettura tiene tavole rotonde…
    Baahh, nessuna dignità.

    4
    0
  12. Caso mai a Genova hanno scherzato e guarda caso in un anno hanno il nuovo ponte qui servono interventi seri che dovrebbe realizzare gente poco seria.

    1
    0
  13. Però facciamo il ponte od il tunnel mi raccomando…

    3
    0
  14. Scusate, si parla di problemi ad un opera completata da anni, non credete che i cittadini abbiano diritto di sapere di quali problemi si tratta? O l’omerta’ ha colpito tutti???

    9
    0
  15. Servono “persone serie”. Persone, altroché!

    0
    0
  16. Ci vuole la rivoluzione… siete na banda di incapaci tutti quanti chi più chi meno ma siete tutti gli stessi avete rotto il ……..

    1
    1
  17. .ma allora quando si parlava di segnaletica mancante, dì qualche segnale da mettere, ci stavano prendendo in giro? Ladri e imbroglioni.

    1
    1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x