Messinaccomuna contro De Luca: ecco le "3p" del sindaco - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messinaccomuna contro De Luca: ecco le “3p” del sindaco

Redazione

Messinaccomuna contro De Luca: ecco le “3p” del sindaco

martedì 05 Febbraio 2019 - 19:26
Messinaccomuna contro De Luca: ecco le “3p” del sindaco

Nuovo affondo dell'ex amministrazione Accorinti contro De Luca: "Brinda con le lobby"

L

Nuovo affondo dell’ex amministrazione Accorinti contro De Luca.

In una nota di Messinaccomuna gli ex amministratori si soffermano su quelle che definiscono le 3 p del sindaco che veste i panni del cavaliere solitario ma non lo è.

P-1: i politici. De Luca si rimangia subito la promessa elettorale più importante sui servizi pubblici: aveva giurato l’azzeramento delle società partecipate, e invece le moltiplica. Contro la prudenza di chi amministra un Comune in predissesto e contro la legge-Madia, anziché ricorrere all’amministratore unico, crea nuovi consigli di amministrazione. Così ci sono tre poltrone per partecipata anziché una. E sulle caselle delle nomine fiduciarie troviamo, oltre al “serbatoio” FENAPI, i “cappelli” di D’Alia e Picciolo, nel “silenzio approvante” di un Consiglio Comunale che (con le eccezioni del capogruppo PD e dei 5S) approva in 5 minuti provvedimenti ingiustificatamente pesanti per i messinesi.

P-2: i palazzinari. De Luca annuncia immediatamente: “azzereremo il Salvacolline”. La lobby della “seconda p” aveva già lavorato con impegno per sabotare lo strumento urbanistico di tutela del territorio tecnicamente più avanzato d’Italia, paralizzando per due anni la discussione della “Variante di Salvaguardia”. Alla fine, con la colpevole complicità della maggioranza del Consiglio, la variante non viene discussa, attendendo che “tempi migliori” possano risuscitare i due milioni di metri cubi di edificabilità sulle colline eliminati dalla Variante. I palazzinari ringraziano.

P-3: il ponte. Ed ecco la lobby dell’ultima “p”. Promettere cose che non realizza o che non sono nelle sue competenze è, per De Luca, una specialità: sbaraccamento, licenziamento dei dirigenti, stabilizzazione dei precari, chiusura del tram, tram volante, casinò a Palazzo Zanca, chiusura delle partecipate, revoca del palagiustizia. Però col ponte sullo Stretto non si scherza. È un progetto azzerato, definanziato dal Governo, coi vincoli scaduti, obsoleto nella concezione prima che nella soluzione progettuale, su cui il Sindaco non ha alcuna competenza. Ma il grande fantasma è buono per tutte le stagioni: distrae, attrae, mobilita. E poi, hai visto mai, la lobby del ponte lavora alacremente in Regione e adesso magari cerca sponde nella Lega(!) per resuscitare il morto. La “p numero 3” ringrazia.

De Luca, conclude la nota, crede di amministrare una città di rango metropolitano con annunci roboanti e vuoti, fa danni con le sue “provocazioni” e procede con nomine onerose, paralisi di procedure amministrative e progetti impossibili.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

3 commenti

  1. Il mitomane narcisista e i suoi degni compari dopo aver portato tanto nocumento e mortificazione a questa città, tanto da essere stati schifati da sei messinesi su sette alle elezioni amministrative, dimostrano di essere totalmente privi di buon senso e non capiscono che ciò che giova loro è: nascondimento e oblio.

    0
    0
  2. Non vedo il motivo per cui censurate dei commenti in cui sono ribaditi dei concetti già espressi in precedenti commenti ma comunque calzanti anche su nuovi argomenti.

    0
    0
  3. Le fazioni giocano a rimpiattino, il passato e il presente hanno la stessa matrice, il non rispetto dei tempi e dei modi dichiarati nei programmi elettorli.
    Promesse non mantenute e annunci da imbonitori, non amate la città di Messina e come le Iene abbandonerete la sua Carcassa sventrata all’osso.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007