Meteo Messina: che tempo ci aspetta nella settimana dell'equinozio d'autunno? - Tempostretto

Meteo Messina: che tempo ci aspetta nella settimana dell’equinozio d’autunno?

Daniele Ingemi

Meteo Messina: che tempo ci aspetta nella settimana dell’equinozio d’autunno?

martedì 20 Settembre 2022 - 09:01

Ecco che cosa ci aspetta nei prossimi 7 giorni

Quella che si è appena aperta sarà una settimana che vedrà l’Italia interessata da refoli di aria più fresca, ma anche secca, in uscita dai Balcani. Quest’aria più fresca, d’estrazione continentale, renderà il clima alquanto piacevole, soprattutto al primo mattino e durante la notte, quando le minime potranno scendere anche al di sotto dei +20°C. Vuoi anche per la sensibile riduzione delle ore di luce. Proprio il prossimo venerdì 23 settembre cadrà l’equinozio d’autunno. Quel giorno le ore di buio e di luce si equivarranno, con un successivo, crescente vantaggio della notte sul giorno fino al 21 dicembre quando, avendo raggiunto il massimo, la notte tornerà a perdere terreno rispetto al giorno che invece comincerà a riguadagnarne.

Fonte adobe stock photo

Cosa bisogna aspettarci in Sicilia?

Sulla Sicilia pero queste infiltrazioni fresche di grecale interagiranno con aria un po’ più umida nei bassi strati (vedi cerchio nero). Da tale interazione si potranno formare degli annuvolamenti, lungo i settori ionici, che fra mercoledì 21 e giovedì 22 settembre potranno favorire l’avvento di qualche piovasco e qualche pioggia (più probabile su catanese, siracusano e ragusano). Sul messinese, a parte qualche nube di passaggio, più spessa sulla costa ionica, dove fra mercoledì e giovedì ci potrà essere il rischio di qualche piovasco, il tempo continuerà a presentarsi prevalentemente stabile e soleggiato, con temperature nelle medie del periodo. In città, sia domani che mercoledì, i valori massimi raggiungeranno i +26°C +27°C, mentre le minime scenderanno sui +18°C +19°C. La sera e al primo mattino inizierà a fare un po’ di fresco.

Cosa accadrà nel weekend?

Poco a sud, sul Canale, entro il weekend si formerà un’area di divergenza, fra venti orientali nei bassi strati con correnti occidentali, che spireranno sopra i 4000/5000 metri, portando anche dell’umidità. Lungo quest’area di divergenza dei venti, nei medi e bassi strati, si potranno sviluppare pure dei temporali, anche organizzati, pronti ad essere ben supportati nei bassi strati dal mare ancora estremamente caldo (+27°C il Canale di Sicilia). Questi temporali con molta probabilità rimarranno isolati in mare sul Canale di Sicilia, fra Malta, le Pelagie e Pantelleria. Difficile un coinvolgimento di buona parte della regione, anche se qualche run di alcuni modelli fiutava la possibilità di un interessamento diretto dell’Isola. Evoluzione da confermare nei prossimi giorni.

Tag:

2 commenti

  1. Dottore Ingemi, diciamoci la verità, su quanto prospettato dai modelli mi sa che in Sicilia di vere perturbazioni organizzate, non ne vedremo neanche l’ombra o sbaglio?Il dramma è che continua la siccità e con essa i problemi legati alla poca acqua potabile e agli incendi…questo è il quadro drammatico della nostra Isola!

    2
    0
  2. Purtroppo dottore Ingemi, la realtà è solo una continua siccità in Sicilia e con essa il dramma della poca acqua nelle case e gli incendi, questa è la realtà per noi…o sbaglio?

    2
    0

Rispondi a Sergio Martino Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007