Meteo Messina: fronte freddo dal Tirreno, brusco calo termico e forti raffiche di vento - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Meteo Messina: fronte freddo dal Tirreno, brusco calo termico e forti raffiche di vento

Daniele Ingemi

Meteo Messina: fronte freddo dal Tirreno, brusco calo termico e forti raffiche di vento

venerdì 25 Settembre 2020 - 12:55
Meteo Messina: fronte freddo dal Tirreno, brusco calo termico e forti raffiche di vento

Durante il passaggio della coda del fronte atlantico si potranno verificare anche delle piogge e dei brevi rovesci, in nottata, distribuiti in modo irregolare sull’intero territorio

Anche oggi è una giornata di grande afa sul messinese, con i termometri che a malapena sfiorano i +29°C +30°C, ma con tassi di umidità relativa veramente molto elevati che continuano a farci percepire valori ben più elevati di quelli reali. Ma come vi ho spiegato nel precedente articolo, si tratta di un aumento termico di carattere pre-frontale, che precede l’ingresso di un fronte freddo, atteso in arrivo fra la tarda serata e la prossima notte. Dopo gli ampi spazi di sereno e il sole della mattinata la situazione meteorologica andrà pian piano a mutare, con un significativo incremento della copertura nuvolosa da ovest che indicherà l’avvicinamento di un fronte freddo dalla Sardegna. Dal pomeriggio e dalla serata successiva le nubi tenderanno a divenire più compatte a cominciare dalle zone tirreniche, per estendersi fino all’area dello Stretto di Messina e alle coste ioniche.

Durante il passaggio della coda del fronte atlantico si potranno verificare anche delle piogge e dei brevi rovesci, in nottata, distribuiti in modo irregolare sull’intero territorio. Va detto che solo localmente si potrebbero verificare dei fenomeni temporaleschi significativi, ma dovrebbero essere molto localizzati e di breve durata. Dopo il passaggio del fronte si assisterà al rapido ingresso dell’aria fresca atlantica che scaccerà via la calura, attraverso l’ingresso di intensi venti da W (ponente) che spireranno con medie di oltre 45-50 km/h, e picchi prossimi i 70 km/h in prossimità delle Eolie, tanto da rendere il Tirreno in poco tempo da mosso a molto mosso, fino ad agitato a largo, con un’onda viva sui 3,0-3,5 metri a largo (settore di traversia dell’onda da 245°-270° N), con conseguenti mareggiate sui tratti più esposti della costa tirrenica, da Sant’Agata fino a Capo Rasocolmo.

I forti venti occidentali attesi nelle prossime ore fra Sardegna e Sicilia

I forti venti di ponente attesi in ingresso nella notte fra venerdì 25 e sabato 26 settembre già dal mattino si dovrebbe assistere ad una giornata molto ventosa e di grande variabilità atmosferica, con schiarite alternate ad annuvolamenti con annesse brevi precipitazioni. Schiarite più ampie sull’area ionica, da Scaletta in giù. La grande variabile di sabato sarà rappresentata dall’aria fredda in quota, che scorrendo sopra la calda superficie del Tirreno potrebbe generare dell’instabilità convettiva (nuvole cumuliformi), seppur lieve, che nel corso della giornata, producendo improvvisi rovesci sulle zone tirreniche, specie sui quartieri della zona nord del capoluogo e sui Peloritani. Da segnalare il vistoso calo termico. Messina, sabato notte, potrebbe far registrare la sua prima minima al di sotto dei +20°C degli ultimi mesi. Infatti, l’ultima temperatura minima < +20°C registrata nella città dello Stretto (a livello del mare) risale al 13 giugno 2020 (con appena +18,6°C).

Il fronte che dovrebbe passare la notte fra domenica e lunedì

Domenica 27 settembre il tempo andrà a migliorare un po’ ovunque, con ampie schiarite, mentre la sostenuta ventilazione di ponente e maestrale si attenuerà sensibilmente, con una lunga scaduta di onda sul Tirreno, disponendosi più da libeccio sul Tirreno a largo, e da Sud nella costa ionica e nello Stretto di Messina, con una componente fra il debole e il moderato che renderà i mari da poco mossi a mosso lo Ionio. Nel corso della serata di domenica, pero, si assisterà ad un incremento della copertura nuvolosa da ovest, per l’ingresso di un nuovo fronte atlantico che nelle prime ore di lunedì 28 settembre dovrebbe apportare delle precipitazioni, da sparse a diffuse, ma di breve durata (causa lo spostamento molto veloce del fronte).

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. Speriamo, che sia cosi….il dramma per la nostra terra e’ che non piove come dovrebbe..
    La siccita’ si fa sentire .
    Auguriamoci che le cose possano cambiare altrimenti sara’ il dramma.!!

    4
    4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007