Milazzo, al via interventi per abbattimento barriere architettoniche

Milazzo, al via interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche

Salvatore Di Trapani

Milazzo, al via interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche

mercoledì 29 Giugno 2022 - 16:00

Per permettere l'esecuzione dei lavori è stato disposto il divieto di sosta in alcune zone di Milazzo. Ecco di quali si tratta

MILAZZO – Nuovi interventi, nella città del Capo, per rendere più accessibili alcune aree. Dopo che si è intervenuti sulle spiagge di Milazzo, con nuove passerelle e docce destinate alle persone con difficoltà motorie e l’inaugurazione del parco giochi inclusivo, si lavora adesso su alcune strade della città.

Nello specifico, gli ultimi interventi riguarderanno l’ampliamento dei marciapiedi così da permettere un più agevole transito presso Piazza della Repubblica e Via Ettore Celi. I lavori partiranno l’1 luglio e si concluderanno il 31 agosto.

Per l’intero periodo dei lavori sono state disposte alcune modifiche alla viabilità, così da permettere l’esecuzione degli interventi. È stato disposto “il divieto di sosta con rimozione forzata sul tratto stradale di Piazza della Repubblica, lato Nord, compreso tra la via G. Medici e la via F. Crispi, e contestualmente il transito vietato ai pedoni: divieto di sosta con rimozione forzata anche sul tratto stradale di via F. Crispi, lato Ovest, compreso tra Piazza della Repubblica e la via Lungomare Garibaldi”.

Ulteriori disposizioni riguardano il “divieto di sosta riguarda invece il tratto stradale di via G. Rizzo, compreso tra il civico n. 20 e il n. 24, e dal n. 39 al n. 21”.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007