Case d'appuntamento sequestrate a Ponente, un prete tra i proprietari - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Case d’appuntamento sequestrate a Ponente, un prete tra i proprietari

Giovanni Passalacqua

Case d’appuntamento sequestrate a Ponente, un prete tra i proprietari

mercoledì 27 Aprile 2016 - 14:48
Case d’appuntamento sequestrate a Ponente, un prete tra i proprietari

Sarebbe un sacerdote milazzese il proprietario di uno degli appartamenti sequestrati dalle forze dell'ordine perché ospitavano un florido giro di prostituzione. Insieme a lui un dipendente comunale, proprietario di un secondo immobile nella stessa palazzina, e una maitresse che gestiva le ragazze

Era un "protettore" davvero particolare a occuparsi del florido giro d'affari prodotto da una casa d'appuntamenti sul lungomare di Ponente, a Milazzo. Proprietario dell'appartamento a luci rosse sembrerebbe essere infatti un sacerdote, residente nella città mamertina da diversi anni. Il prete si trova adesso sotto indagine, insieme a un dipendente comunale proprietario di un altro immobile – nella stessa palazzina – e a una donna che avrebbe fatto da maitresse.

Sono state le denunce dei residenti a porre fine al business; pare infatti che i due appartamenti fossero molto frequentati. Al loro interno lavoravano una decina di ragazze, provenienti soprattutto dal Sudamerica, che avevano a loro disposizione sex toys e un migliaio di preservativi per soddisfare l'esigente clientela dell'hinterland milazzese. E anche i prezzi erano competitivi: si parla di soli 50/70 euro a "prestazione", con un guadagno che poteva arrivare, per ciascuna ragazza, anche a 500 euro giornalieri.

Un'attività florida, che però non è stata apprezzata dagli inquilini dello stabile, spesso disturbati – se non addirittura importunati – dagli appassionati clienti. Così, è iniziata una collaborazione con le Forze dell'ordine, culminata nel sequestro degli immobili e nella denuncia dei proprietari, che risiededono nello stesso stabile. Questi ultimi avrebbero subaffittato gli appartamenti alle ragazze a prezzi ben più alti di quelli dichiarati; gli inquilini li avrebbero inoltre avvertiti degli strani movimenti che, per tutto il giorno, si registravano intorno alle abitazioni.

Giovanni Passalacqua

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x