A Milazzo un'estemporanea d'arte su migrazione e integrazione

Milazzo città dell’accoglienza: l’estemporanea d’arte che parla d’integrazione

Salvatore Di Trapani

Milazzo città dell’accoglienza: l’estemporanea d’arte che parla d’integrazione

venerdì 17 Giugno 2022 - 15:29

Un'estemporanea d'arte da parte degli studenti del Guttuso di Milazzo e dell'artista Mokè Fils per narrare di accoglienza e integrazione

MILAZZO – L’arte, strumento di comunicazione universale, racconta a Milazzo i temi dell’integrazione e dell’accoglienza. Nei giorni scorsi, infatti, la Coop Utopia ha coinvolto gli studenti del liceo artistico “Guttuso” e l’artista Mokè Fils per la realizzazione di un’estemporanea d’arte presso Piazza Perdichizzi.

All’incontro hanno presenziato l’assessore Beatrice De Gaetano e il sindaco Pippo Midili, che hanno sottolineato l’importanza di lanciare un messaggio positivo di accoglienza. Milazzo è infatti una delle città nelle quali opera la Coop Utopia, insieme a Barcellona Pozzo di Gotto e Pace del Mela, grazie all’impegno dei beneficiari del Sai (Sistema Accoglienza Integrata).

Patrizia Mastroeni, coordinatrice del Sai, ha evidenziato come sia importante ridisegnare e reimmaginare gli spazi pubblici in funzione della condivisione: «L’avvicinarsi della giornata del rifugiato -spiega- ha spinto ad immaginare spazi pubblici e momenti di condivisione e di aggregazione tra comunità che abitano lo stesso territorio».

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007