Milazzo, polemiche sul concerto di Noa da "seduti" - Tempo Stretto

Milazzo, polemiche sul concerto di Noa da “seduti”

Santi Cautela

Milazzo, polemiche sul concerto di Noa da “seduti”

venerdì 23 Agosto 2019 - 15:01
Milazzo, polemiche sul concerto di Noa da “seduti”

Una polemica che arriva in questi giorni per l'autorizzazione a sole 200 postazioni per il concerto dell'artista internazionale Noa. Per il Mish Mash furono autorizzate 3500 persone.

In molti si chiedono come due stessi iter portino a due soluzioni diverse. Per il Mish Mash infatti la commissione di vigilanza comunale – organo che da il via libera a questo tipo di eventi – aveva autorizzato l’ingresso per 3500 persone. Per il concerto di Noa invece, artista israeliana, si è dato il via libera a 199 posti a sedere. La spiegazione, un po’ contraddittoria a dire il vero, è che quando si tratta di posti a sedere ci sarebbe maggiore pericolo. Certo da 3500 a 199 sono molto più che 100 volte in meno. Il Comune risponde oggi provando a spiegare nel tentativo di fermare le polemiche in corso:

“Innanzitutto riteniamo che non sia il caso di scomodare categorie inesistenti quali quella della discriminazione che, associata alla terra natia dell’artista, rischiano di alimentare suggestioni fantasiose. Va subito chiarito che l’Amministrazione si è battuta, al fianco degli organizzatori dell’evento, perché fosse consentito un numero maggiore di ingressi. 
I rilievi formulati dal rappresentante del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, hanno indotto la commissione a concludere, a nostro avviso in maniera eccessivamente restrittiva, per un’autorizzazione per 199 posti a sedere. Anche l’accostamento al Mish Mash festival non è del tutto pertinente, tenuto conto che, sotto il profilo tecnico, secondo l’avviso del personale dei Vigili del fuoco, la presenza dei posti a sedere, previsti per il concerto del prossimo 25 agosto ed assenti per il festival, impone di adottare un dispositivo di sicurezza differente. Nessuna discriminazione, quindi. Noa è una straordinaria artista internazionale e noi siamo onorati che abbia scelto Milazzo per esibirsi.
Agli organizzatori diciamo che, se decidessero di rinunciare ai posti a sedere, l’accesso sarebbe, ovviamente, consentito per 3200 persone, al pari della splendida manifestazione tenutasi la scorsa settimana, nel corso della quale non si sono registrate criticità di alcun genere”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007