Ultimi giorni in baracca all'Annunziata. Ma attenzione alla rioccupazione - Tempostretto

Ultimi giorni in baracca all’Annunziata. Ma attenzione alla rioccupazione

Ultimi giorni in baracca all’Annunziata. Ma attenzione alla rioccupazione

martedì 02 Ottobre 2018 - 10:29

Il consigliere della V circoscrizione, Franco Laimo, teme scene già viste. Le baracche dovranno essere demolite subito

La storia è sempre la stessa. Le nuove case al Matteotti sono pronte e, a breve, andranno a viverci i residenti delle baracche di via 150 A, all'Annunziata. Il consigliere della V circoscrizione, Franco Laimo, teme che possa verificarsi quanto accaduto di recente a Fondo Saccà e cioè che le baracche possano essere subito rioccupate se non demolite subito.

"Conosciamo bene – dice – il mercato nero dell'edilizia abusiva, che spesso coincide con la consegna di nuovi alloggi popolari: baracche promesse all'amico o al parente o addirittura vendute, o ancora casi di occupazione di quelle stesse baracche che un attimo prima erano state sgombrate".

Secondo l'esponente di Sicilia Futura occorre attuare da subito un serrato piano di controllo nelle aree da sbaraccare, al fine di evitare ritardi a tutto l'iter di risanamento. "Sappiamo delle problematiche, soprattutto igienico-sanitarie, di chi ha vissuto finora in baracca. Questa gente ha "fame di dignità" e da troppo tempo aspetta di essere trasferita agli ormai pronti alloggi di Matteotti; adesso la speranza è che tutto l'iter si svolga nell'assoluta legalità, tranquillità e celerità".

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007