Lo Slalom di Salice va al messinese Greco a bordo di una Suzuki SR4 - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Lo Slalom di Salice va al messinese Greco a bordo di una Suzuki SR4

Redazione

Lo Slalom di Salice va al messinese Greco a bordo di una Suzuki SR4

domenica 08 Aprile 2018 - 22:50
Lo Slalom di Salice va al messinese Greco a bordo di una Suzuki SR4

La seconda edizione dello Slalom di Salice va ad un messinese. Ad imporsi è stato Giovanni Greco a bordo di una Radical SR4 Suzuki. La kermesse ha anche inaugurato la stagione del Campionato Siciliano di Slalom.

Giovanni Greco, Salvatore Giunta, Santi Leo. e' questo il podio della seconda edizione dello Slalom di Salice, kermesse motoristica organizzata da Top Competition con la collaborazione dell’associazione Ufficiali di Gara Zancle di Messina e che ha interessato le località di Salice e Portella Castanea. Il forte pilota di Torregrotta ha progressivamente migliorato il crono di ogni manche grazie anche alle regolazioni d’assetto che gli sono servite lungo l'asfalto tortuoso interessato dalla manifestazione.

Seconda piazza assoluta e vincitore del gruppo Prototipi, per il tenace Salvatore Giunta che si è presentato allo Start con la spettacolare Fiat 126 motorizzata Suzuki, dall'inconfondibile livrea nero opaco ed il logo di Batman. Per lui qualche difficoltà di adattamento al nuovo cambio con palette al volante, anche se le regolazioni d’assetto, gli sono state molto utili ad agguantare la seconda piazza ottenuta alla terza manche, dopo aver regolato il set-up, abbassando il posteriore per sfruttare al meglio la motricità del propulsore Suzuki in fase di partenza.

Terza piazza per messinese Santi Leo, su Radical SR4, autore di una gara conservativa che gli ha però permesso di non fare errori ed alzare il piede ad esempio nelle fasi finali della prima manche, quando un fondo non perfettamente da pieno grip, ma opportunamente segnalato dagli ufficiali di gara, non gli consentiva di spingere al massimo.

Quarto assoluto e vincitore del Gruppo Speciale, il catanese Paolo Malvasio, perfettamente a suo agio con la Fiat 127 della Viemme Corse il cui assetto è curato da Guzzetta. Quinto assoluto e primo di Gruppo E1 Italia e Classe 1600, il pilota e preparatore Michele Ferrara, al suo esordio assoluto in questa gara, dove ha però ben figurato con la sua fida Peugeot 106. Sesto assoluto il driver di casa Domenico Gangemi su Fiat 127 di Classe E1 1400, mentre a completare la Top Ten ci sono Giuseppe Messina su Renault Clio RS primo di E1 200o e il nisseno Maurizio Anzalone che, nonostante le noie alla batteria, è riuscito a conquistare un ottimo ottavo posto assoluto, facendo così valere i colori del Motor Team Nisseno del presidente Nicola Vullo. Nono l’esperto Alfredo Giamboi, autore suo malgrado, di una gara un po’ in ombra a causa di noie alla carburazione della sua Fiat X1/9, con la quale non ha disputato la ricognizione. Giamboi infatti ha preferito non provare, per lavorare alla vettura gemella della figlia Angelica, alle prese con noie al cambio.

Per quanto concerne il gruppo A, successo per lessio Truscello, capace con la sua Peugeot 106 di Classe 1400 di star davanti gli agguerriti diretti avversari, primo tra tutti Gaetano Noto su Citroen Saxò di Classe 1600 mentre, nella categoria N, svetta la prestazione del messinese Giuseppe Riggio, autore tra le 2000 del miglior riscontro sulla sua Renault Clio RS. Tra i prototipi Slalom, belle le prestazioni di Fabio Cirrito su Mini Cooper motorizzata Alfa Romeo, mentre in Racing Start a svettare è stato ancora un messinese, cioè Biagio Gangemi su Peugeot 106 Rallye RS.1.6. Tra le sempre ammirate Bicilindriche, le piccole ma pepate Fiat 500 di 700 cc, il primato è andato a Sebastiano D’Agostino della Giarre Corse.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007