Nasce a San Fratello la rete dei Comuni del gallo italico - Tempostretto

Nasce a San Fratello la rete dei Comuni del gallo italico

Redazione

Nasce a San Fratello la rete dei Comuni del gallo italico

lunedì 02 Maggio 2022 - 07:12

Si spera nell'approvazione del ddl sulla tutela della minoranza linguistica

I sindaci siciliani dei Comuni di parlata galloitalica hanno formalizzato a San Fratello una unione istituzionale, finalizzata a riunire simbolicamente le popolazioni di origine galloitalica. In Sicilia è presente l’isola linguistica del galloitalico, che raggruppa una serie di Comuni in cui si parla una lingua che testimonia ancora oggi i contatti tra i possedimenti normanni di Sicilia e l’antico Marchesato del Monferrato, in Piemonte, durante l’età normanna.

I sindaci e i rappresentanti istituzionali dei Comuni di Aidone, di Buccheri, Caltagirone, Cassaro, Ferla, Fondachelli Fantina, Montalbano Elicona, Nicosia, Novara di Sicilia, Piazza Armerina, San Fratello, San Piero Patti, Sperlinga e Acquedolci hanno firmato, presso il Municipio di San Fratello, uno storico Accordo di Partenariato.

L’accordo regolamenta i rapporti e le modalità di collaborazione finalizzata a favorire le potenzialità linguistiche, culturali e sociali delle parlate galloitaliche della Sicilia all’interno delle proprie comunità di appartenenza, supportando le iniziative legislative a favore del riconoscimento della tutela linguistica e culturale di tali parlate.

L’impulso associativo è dato dal comune sostegno che tutte le amministrazioni presenti hanno dato al Disegno di Legge Trentacoste, sul riconoscimento della tutela linguistica alla minoranza galloitalica di Sicilia, approvando in Giunta e in Consiglio Comunale mozioni di sostegno.

Alla cerimonia è intervenuto il senatore Fabrizio Trentacoste che ha sottolineato “l’importanza culturale della spinta all’attività legislativa data dalle amministrazioni comunali, che sostengono il Disegno di Legge sulla tutela della minoranza linguistica galloitalica di Sicilia”.

I prossimi passi da compiere saranno, l’allargamento della rete a tutti i comuni di parlata galloitalica di Sicilia inseriti nel Reis – Registro Eredità Immateriali della Sicilia e una comune richiesta alla Presidente del Senato per la l’incardinamento del Disegno di Legge Trentacoste presso la Commissione Cultura del Senato, per poter arrivare in tempi celeri alla sua approvazione.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007