Informauro - L'inizio della fine (si spera in un lieto fine) - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Informauro – L’inizio della fine (si spera in un lieto fine)

Informauro – L’inizio della fine (si spera in un lieto fine)

venerdì 13 Febbraio 2015 - 13:50
Informauro – L’inizio della fine (si spera in un lieto fine)

"Il giornale degli studenti" alle porte del weekend racconta ancora il Liceo Maurolico attraverso l'Informauro di Blog34. Firma di Gregorio Scrima

Nuove notizie per "Il giornale degli studenti" contenute nell'Informauro di Blog34 targato Gregorio Scrima. La festa d'istituto è stata fonte di divertimento per i ragazzi dell'istituto del Corso Cavour tra l'arrivo delle pagelle e la chiusura del quadrimestre.

No, non stiamo parlando di un secondo ventuno dicembre duemiladodici, né di un’imminente catastrofe naturale, bensì dell’inizio del famigerato e decisivo secondo quadrimestre. Infatti, sebbene l’ambiente scolastico coinvolga al suo interno una serie di realtà disparate, non bisogna scordare che il fulcro che regola ognuna di esse, la chiave di volta della formazione liceale, l’ingranaggio del motore attorno al quale ruota tutto il resto (tanto per fare qualche paragone) è unico e fondamentale: lo studio.

A ricordare a tutti gli studenti il reale motivo per cui si trovano tra i banchi – se mai l’avessero dimenticato, presi da varie possibili distrazioni – è stato senza ombra di dubbio il tour de force di fine gennaio, seguito dalla consegna dei risultati sotto forma di chiari e schematici fogli stampati (volgarmente detti “pagelle”), spesso oggetto di riti scaramantici effettuati prima della lettura degli stessi. Comincia adesso quella fase un po’ particolare nella quale, in mezzo a gite, qualche vacanza e qualche occasione di svago, ogni singolo studente prende coscienza, forse un po’ più di quanto non avesse fatto nella prima parte dell’anno, di quanto debba impegnarsi per dare il meglio di sé ed accrescere la propria preparazione. Gli allievi dell’ultimo anno, poi, sono già proiettati verso gli esami di stato e, andando oltre, verso la vita universitaria e verso il loro futuro, pronti ad affrontare la primissima tappa, costituita dai test d’ammissione alle facoltà a numero chiuso, in primavera.

Può sembrare, in effetti, una prospettiva un po’ stressante, portatrice di ansie e stanchezza, eppure chiunque potrebbe dire che con la giusta quantità di impegno e motivazione è possibile conseguire il massimo successo: sono solo altri quattro mesi, un po’ di più per i ragazzi dell’ultimo anno che otterranno, però, un risultato ben più rilevante. Insomma, al Maurolico c’è voglia di continuare a lavorare sodo, non solo dal punto di vista delle attività extracurriculari e di svago, ma anche e soprattutto da quello delle attività didattiche curriculari. Inoltre, le gite, le vacanze e le occasioni particolari renderanno, come sempre, questa seconda metà dell’anno ricca di sorprese.

A proposito di ciò, non possiamo non ricordare la fantastica festa d’istituto di carnevale di ieri sera, svoltasi, come da tradizione, in maschera. Presso i locali del Centro Multiculturale Officina molti studenti del Maurolico e alcuni, anzi, tanti esterni hanno sfoggiato i loro travestimenti: dai più tradizionali ai più particolari, dai costumi affittati o comprati a quelli "fai-da-te", ognuno si è impegnato per realizzarli al meglio, per apparire "irriconoscibile" in sé ma "riconoscibilissimo" nel personaggio o nella figura interpretata. Sulla pista da ballo sono comparsi grandi personaggi del mondo dello spettacolo, personalità storiche, vip "moderni" e molto altro ancora. I rappresentanti di istituto, a fine serata, hanno assegnato il premio per la miglior maschera a "Massimo Ferrero", quello per la peggiore a "Francesco Sole" e quello per la miglior maschera di gruppo a "Dan Bilzerian" e alla sua "accompagnatrice".

E dunque, concludendo l’analisi dell’inizio di questo secondo capitolo, possiamo dire che all’istinto di gettarsi sul divano e cadere in un placido letargo si contrappone certamente la voglia di migliorarsi e soprattuto di dimostrare il proprio miglioramento, che potrà convertirsi, tra qualche mese, in una conclusione migliore dell’anno e in un inizio sereno dell’estate.

Gregorio Scrima

Redazione Blog34

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x