Odissea, prime prove nelle Gole dell'Alcantara - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Odissea, prime prove nelle Gole dell’Alcantara

Redazione

Odissea, prime prove nelle Gole dell’Alcantara

domenica 21 Luglio 2019 - 07:50
Odissea, prime prove nelle Gole dell’Alcantara

Odissea: a questo stiamo lavorando qui nelle Gole. Anche stavolta, come per l’Inferno, si tratta di un’operazione culturale e popolarissima” ha detto il regista Giovanni Anfuso rivelando finalmente il titolo del nuovo spettacolo prodotto da Buongiorno Sicilia e Vision Sicily.

Debutto il 9 agosto

Ieri infatti si sono svolte le prime prove sul greto del fiume Alcantara per il lavoro tratto dall’opera di Omero. Debutto in programma venerdì nove agosto al termine del fortunato ciclo dellInferno di Dante. E come per lo spettacolo dei record, anche l’Odissea sarà rappresentata ogni venerdì, sabato e domenica con tre repliche a sera a partire dalle 20.45.

Due Ulisse in scena

Nel mio adattamento – ha spiegato Anfuso ci saranno due Ulisse in scena contemporaneamente. Uno più giovane, che vive le storie di Polifemo, di Circe, delle Sirene, e uno meno giovane, l’Odisseo che torna a casa. Ma quella narrata è soprattutto la storia di una comunità che si presenta in scena per raccontare sé stessa. A guidarla Omero, poeta cieco, che ci aiuterà a comprendere quanto il tempo non è riuscito ancora a scalfire della nostra umanità.

Le parole di Davide Sbrogiò

“Chi ha letto l’Odissea – ha sottolineato Davide Sbrogiò, l’Ulisse maturosa che il protagonista giunge alla corte del re Alcinoo. Una memoria dolorosa quella di Odisseo, miracolosamente scampato a terribili tempeste, sopravvissuto all’incontro con personaggi mostruosi. Ulisse è unpersonaggio abituato a convivere quotidianamente con la morte. E la perdita dei compagni è una delle prove più straziantiche ha dovuto affrontare”.

Nessuno

“Il mio nome è Nessuno – ha ricordato Angelo D’Agostaè una delle frasi più celebri dell’Odissea di Omero. E io interpreterò ilgiovane Ulisse. Colui il quale accecherà il ciclope e resisterà al fascino delle sirene e a quello della maga Circe. E sulla scena rivivrò nei ricordi dell’Odisseo maturo giunto naufrago nella terra dei Feaci”.

La Dea Atena

“Sono Atena – ha aggiunto Liliana Randi – la dea dagli occhi lucenti, nume tutelare di Ulisse-Odisseo. La dea si reca da proprio padre, Zeus, per perorare la causa dell’eroe, intrappolato sull’isola di Calipso da Poseidone dopo aver accecato Polifemo,figlio del re del mare. Atena insiste finché, per sfinimento, Zeus cede e Ulisse riparte.

Penelope e Omero

Io interpreterò – ha spiegato Giovanna Mangiùla paziente e furba Penelope che studia l’inganno della tela per tenere lontani i Proci, con l’aiuto del figlio Telemaco, nell’attesa del ritorno dell’uomo che ama, di Ulisse”.

E io sarò Omero, il poeta cieco – ha concluso Ivan Giambirtonecon il compito di accompagnarvi dentro quest’opera eterna che è l’Odissea. Vi narrerò con la mia viva voce, le vicissitudini di Ulisse nel suo viaggio”.

L’intero cast

Il cast è dunque composto, in ordine di apparizione, da Ivan Giambirtone (Omero), Liliana Randi (Atena/Euriclea), Davide Sbrogiò (Odisseo maturo), Angelo D’Agosta (Odisseo giovane), Giovanna Mangiù (Penelope/Circe), Corrado Drago(Alcinoo/Eumeo), Luciano Fioretto (Zeus/Antinoo), Giovanni Santangelo (Euriloco/Filezio) e Luigi Nicotra (Telemaco). In scena ci sono poi Stefano Romano (Leode), Giuseppe Aiello (Eurimaco), Ilenia Scaringi (Arete/Sirena), Luca Ingrassia(Antifo), Sebastiano De Francisci (Elpenore), Alessandra Ricotta (Sirena), e Francesco Rizzo, Gabriele D’Astoli e Alberto Abbadessa. La voce fuori campo è di Davide Pandolfo.

Gli elementi scenici e i costumi sono di Riccardo Cappello, le musiche di Nello Toscano, le coreografie di Fia Distefano.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x