Oggi pomeriggio consiglio straordinario sulle problematiche ambientali della Valle del Mela - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Oggi pomeriggio consiglio straordinario sulle problematiche ambientali della Valle del Mela

Oggi pomeriggio consiglio straordinario sulle problematiche ambientali della Valle del Mela

giovedì 29 Marzo 2012 - 06:24
Oggi pomeriggio consiglio straordinario sulle problematiche ambientali della Valle del Mela

Sul tavolo di discussione le condizioni di salute dei dipendenti dell’area e l’istituzione del registro integrato dei tumori. Presentata una mozione per il monitoraggio delle matrici e per la redazione di un piano di risanamento

E’ programmato per oggi alle ore 17 il consiglio provinciale straordinario per discutere delle problematiche della salute dipendenti da fattori ambientali nella Valle del Mela e per l’istituzione del registro integrato dei tumori sul territorio messinese. Nei giorni scorsi è stata presentata una mozione proposta da Giuseppe Galluzzo (Gdl) e Matteo Francilia (Udc), primi firmatari. L’atto impegna il presidente della Provincia, Nanni Ricevuto, ad intervenire presso l’Assessorato regionale al Territorio ed all’Ambiente, l’Assessorato regionale alla Salute e nei confronti del presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, affinché vengano attuati interventi urgenti di monitoraggio continuo di tutte le matrici ambientali, facendo in modo che la popolazione venga informata costantemente ed in tempo reale dei risultati tramite apposito sito web ed affinché venga celermente attuato il piano di risanamento ambientale e di rilancio economico del Comprensorio del Mela previsto dai decreti assessoriali.

La situazione sanitaria nella Valle del Mela è drammatica. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha ritenuto necessario sottolineare che, trattandosi di un’area ad elevato rischio di crisi ambientale, il contenimento delle emissioni in atmosfera andrebbe quantificato in una riduzione di almeno il 50% rispetto ai limiti di legge, anche al fine di evitare l’effetto sommatorio dovuto ai tanti punti di emissione appartenenti alle diverse attività produttive nel territorio.

“Occorre intervenire subito – incalzano Galluzzo e Francilia – perché si tratta di un territorio fragile e sensibile, come riconosciuto nel Decreto Regionale del 4 settembre 2002 dell’Assessorato per il Territorio e l’Ambiente, nel quale si legge chiaramente che l’elevato carico di inquinamento ha determinato una situazione che protende verso valori dei parametri ambientali tali da richiedere interventi di risanamento e riqualificazione ambientale rapidi ed improrogabili e che è necessario addirittura costituire una apposita commissione per la tutela dell’ambiente e per il rilancio economico del territorio”.

“E’ vergognoso – proseguono i consiglieri provinciali Galluzzo e Francilia – il fatto che, al contrario di quanto previsto dalla normativa, il piano di risanamento ambientale e rilancio economico del Comprensorio del Mela non risulti approvato e che la commissione non venga convocata da anni. Ecco perché – concludono i consiglieri – chiediamo un intervento affinché vengano adottati i necessari provvedimenti previsti dalla normativa, per tutelare la salute dei cittadini, minacciata dall’elevata concentrazione di insediamenti industriali presenti nell’area”.

Intanto, dopo le battaglie contro l’Elettrodotto Sorgente-Rizziconi e l’avvio della Petizione Popolare Europea per la Tutela dell’Ambiente e della Salute Pubblica, entra nel vivo l’attività delle Associazioni e Comitati impegnati nella salvaguardia dell’ambiente della fascia tirrenica della Provincia di Messina da Villafranca Tirrena a Milazzo. Sabato 24 marzo, su invito dell’Associazione Tudirdai di Pace de Mela, il Coordinamento si è riunito per mettere a punto le strategie per una efficace azione a tutela dei cittadini vittie dei danni alla salute causata dall’inquinamento. Il primo passo è stata la costituzione di un Pool di Legali, segnalati dalle associazioni, che, in forma gratuita, avranno il compito di approfondire le tematiche giuridiche legate al sovraccarico di inquinamento della zona, le conseguenze sulla salute, le ipotesi risarcitorie che ne potrebbero derivare, non ultima la valutazione di una eventuale proposizione di Class Action per i cittadini interessati. Il Pool, che avrà anche il compito, nel rispetto della legge, di acquisire i dati epidemiologici riguardanti la varie zone, è attualmente in fase di completamento nella previsione di essere rappresentato in tutti i Comuni del comprensorio. Il Coordinamento parteciperà alla riunione di oggi.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007