Ottavo cerchio, libera la presunta "talpa" in Procura - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Ottavo cerchio, libera la presunta “talpa” in Procura

Alessandra Serio

Ottavo cerchio, libera la presunta “talpa” in Procura

sabato 16 Gennaio 2021 - 08:33

Liberato dal Tribunale Angelo PArialò, l'autista di Procura coinvolto nell'inchiesta Ottavo Cerchio su appalti pubblici e corruzione a Messina

E’ libero Angelo Parialò, l’autista in servizio alla Procura di Messina coinvolto nell‘operazione Ottavo Cerchio su una serie di appalti pubblici tra Messina e Trapani. Il Tribunale ha accolto l’istanza degli avvocati Domenico Andrè e Felice Gemelli, suoi difensori, e gli ha restituito la libertà dopo 11 mesi di domiciliari. Parialò ha comunque l’obbligo di presentazione ai carabinieri.

A firmare il provvedimento è stata la Corte della II sezione Penale (presidente Misale), ovvero la corte che sta conducendo il processo scaturito dall’inchiesta, e che vede Parialò tra gli imputati.

A convincere gli inquirenti ad arrestare Parialò erano state una serie di conversazioni intercettate tra l’autista e “l’architetto”, ovvero Marcello Tavilla, condannato in abbreviato a 7 anni di reclusione nell’estate del 2019. Tavilla lo avrebbe contattato per un avere un aggancio con gli amministratori di condominio che nomina il Tribunale. Nel rapporto, Parialò lo avrebbe rassicurato sul fatto che non c’erano indagini sul suo conto – scrive la Procura – e avrebbe invece ottenuto da Tavilla l’assunzione di un suo conoscente.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x