Dopo vent'anni addio a Messinambiente: oggi le firme dei lavoratori - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Dopo vent’anni addio a Messinambiente: oggi le firme dei lavoratori

Dopo vent’anni addio a Messinambiente: oggi le firme dei lavoratori

giovedì 26 Aprile 2018 - 15:18
Dopo vent’anni addio a Messinambiente: oggi le firme dei lavoratori

Sono iniziate oggi le procedure che nel giro di pochi giorni porteranno tutti i dipendenti di Messinambiente al servizio della nuova società MessinaServizi Bene Comune.

Il giorno tanto atteso alla fine è arrivato. Oggi è iniziato ufficialmente il passaggio del testimone da Messinambiente a MessinaServizi Bene Comune. Si chiude un’era durata vent’anni, se ne apre un’altra che inizia inevitabilmente nel solco e nella scia della vecchia società ma che si pone obiettivi ambiziosi e una gestione totalmente diversa del delicatissimo e complicato settore rifiuti. A battezzare questo passaggio oggi il sindaco Renato Accorinti e l’assessore Daniele Ialacqua, fautori di un percorso che proprio alla fine di questi cinque anni di amministrazione ha portato a un risultato frutto di anni travagliati, scelte sbagliate, polemiche, dietrofront, momenti di stallo, scontri. Prima doveva essere la grande Multiservizi, poi quasi un anno è stato perso rincorrendo la terra promessa Amam acqua e rifiuti, alla fine è nata la Messina Servizi Bene Comune, società che ha visto la luce ormai un anno fa e che finalmente dal 1 maggio potrà iniziare a lavorare in piena operatività. Oggi ovviamente anche tutta la governance della nuova società con l’amministratore unico Beniamino Ginatempo e il direttore generale Aldo Iacomelli, ma anche il liquidatore di Messinambiente Giovanni Calabrò che dal luglio 2015 ha avuto il difficile incarico di traghettare la società verso questo cammino.

Un momento “storico” e un traguardo ambito e travagliato, così lo hanno definito Accorinti e Ialacqua dando il via alle firme dei nuovi contratti per i lavoratori di Messinambiente che da ora in poi saranno dipendenti di MessinaServizi Bene Comune, con il passaggio intermedio tramite Srr.

Ma, nonostante il momento importante e la consapevolezza di una procedura imponente, visto che coinvolge quasi 500 lavoratori, non sono mancati i disagi. Le operazioni sono andate avanti molto a rilento perché non erano stati preparati un numero sufficiente di contratti rispetto ai lavoratori che si sono giustamente presentati all’appuntamento e dunque si è reso necessario stampare in fretta e furia i documenti per non inceppare la macchina.

"Con le prime firme apposte oggi dai lavoratori di Messinambiente si completerà in queste ore un percorso difficile e costellato da troppi errori – dichiarano Fit Cisl Uiltrasporti e Fiadel- ed il transito alla nuova società avverrà come previsto e, come sempre dichiarato da queste organizzazioni, secondo le norme di legge e per tutti i dipendenti a massima tutela di tutta l'occupazione e dei diritti acquisiti. Ci sarà tempo per sanare errori fatti durante il tragitto per peccato di presunzione e arroganza di parte del sindacato – continuano Cisl Uil e Fiadel – oggi apriamo un'era nuova della Messina Servizi, società interamente pubblica che auspichiamo dia da subito le giuste risposte in termini di servizio alla cittadinanza che oggi non ha la qualità ed il livello adeguato se rapportato alle tariffe che paga profumatamente, nasce la MessinaServizi garantendo al tempo stesso stabilità a tutti i lavoratori ma la scommessa per Messina sarà dimostrare di saper voltare pagina con le gestioni fallimentari degli anni precedenti”.

Francesca Stornante

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007